Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Sergeant Hamster: Star Messenger EP

  • Scritto da Joshuapibody

Sergeant Hamster Star Messenger EPSe volevano farmi contento, ci sono riusciti. Chiusa la porta, lasciate fuori le ansie giornaliere, messe le cuffie, quello che ci vuole è del buon stoner rock suonato con foga, basso distorto e voce su di giri come ciliegina sulla torta.

Se Palermo non è Palm Desert o San Jose, poco ci manca, il suono è lo stesso di maestri come Kyuss, Fu Manchu, Sleep, suonati con l’irruenza di chi ha molto da dire e poco tempo per farlo. Ora tutto questo è giusto e sacrosanto, ci mancherebbe, solo che sfugge il senso a vent'anni di distanza di una ripetizione calligrafica di capisaldi del genere anche se imbastardita dal grezzume punk del suono (che non guasta!). Non che sia un brutto disco anzi, la voglia di spaccare tutto, la bella voce di Simon, il tiro delle chitarre di Giorgio, il basso distortissimo di Spadino, e la batteria di David regalano comunque una ventina di minuti di belle canzoni.

"Universe Ride" è una mazzata sullo stomaco: rombi di basso tirati, inserti di chitarra acidissima, voce annoiata e convulsa al punto giusto. "Raise Hell" e "Tom" potrebbero essere la svolta compositiva dei sergenti. La prima è una cavalcata stoner nel suono ma hardcore nelle intenzioni, come se i Motorhead avessero mischiato un po’ di acidi alle anfetamine e cocaina che prendevano a colazione, la voce di Simon esplode letteralmente per poi calare in ossianiche litanie. La seconda è un’esplosione sabbathiana letta attraverso le lenti degli Sleep, condita con un groove micidiale e la sempre perfetta linea vocale a tirare le fila. La titletrack scorre liscia sulle onde della psichedelia coperta di sabbia ma non regala troppe emozioni, attestandosi sulle stesse coordinate sonore di "Blues for the Red Sun" o "Welcome to Sky Valley". "Sleepless" è al limite del plagio del gruppo di Garcia e compagni, se non ci fosse un Ozzy veramente su di giri a salvare capra e cavoli. Tolte le cuffie, riaperta la porta, l’adrenalina è a mille, la botta dura poco e la polvere dello scaffale incombe. Giudizio sospeso fino all’uscita del primo album.

 

 

Sergeant Hamster - Star Messenger EP by cestdisco

 

Info:

Autoprodotto, 2011

Stoner rock

 

Contatti: http://www.myspace.com/sgthamster

 

Tracklist:

01- Intro_impulses 069

02- Universe Ride

03- Raise Hell

04- Star Messenger

05- TOM

06- Sleepless