Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

MATTA CLAST: Inferno

  • Scritto da Marco Tonelli

matta clast Mix di stili non troppo originale, ma suonato bene al punto da risultare godibile. Un gruppo che pesca a piene mani dal mare del rock alternativo italiano, sporcando le progressioni chitarristiche con tocchi di elettronica malata, con il risultato di rendere “Inferno” un discreto prodotto di nervosismo e isteria musicale.

Il problema non da poco è l'appiattimento compositivo di un disco costruito su 11 canzoni troppo simili fra loro, con testi (al limite del banale) lontani anni luce dalla perfezione poetica dei Marlene Kuntz, alla quale i Matta Clast sembrano volersi ispirare. Il cammino verso la salvezza lo tracciano quei pezzi in cui cercano di superare la gabbia stilistica con soluzioni diverse, come i doppi cori di “Campo K” e gli svolazzi vocali di "Allarme all'alba incauta”.

Giudizio sospeso in attesa di ulteriori sviluppi. Trio perugino ad un passo dal burrone del dimenticatoio.

 

Info:

Autoprodotto, 2011

Alternative Rock

 

Contatti: http://www.facebook.com/MATTACLASTBAND?sk=wall

 

Tracklist:

1-Un po di disperazione sospesa nel buio

2-Inferno

3-In gola

4-Replica

5-Caduta Libera

6-Un pò di distruzione sospesa nel buio

7- Campo K

8-Confessioni

9-Allarme all'alba incauta

10-Accecamenti

11-Cattivi pensieri in una bellissima notte stellata