Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Antares: "Start your Engines"

  • Scritto da Orasputin

antares Dalla prestigiosa e americana Zodiac Killer Records, uno dei nomi di punta del nuovo rock’n'roll penisolano.

Gli Antares, italianissimi, simpaticissimi, dove li metti suonano, sono l’emblema (l’altra faccia) del rock’n’roll italiano. Non quello tette e chiacchieroni targato Summer Jamboree, ma una miscela di efficace thrash punk penisolano, turbonegrino nell’approccio, americano nell’esecuzione. Una musica concreta, pratica, senza mezzi termini. Calcio nel culo. Di rock’n’roll c’è solo l’estremizzazione, si vedano look alla Suicidal Tendencies e fulmini sonori degni dei migliori Zeke. Tecnicamente eccelsi, ci deliziano con una sorta di psychobilly trash rock ; se chiudete gli occhi “Start Your Engines” vi sembrerà partorito a Washington DC. Appannate le palpebre e sentirete l’aria fresca della Bay Area. Per farla breve, dal vivo sono tra le band che portano avanti la tradizione degli “animali da palco”, roba che da Iggy Pop si è evoluta fino ai devastanti New Bomb Turks.

Power trio alla riscossa, insomma! Adolescents e Nebula, che li hanno scelti per il tour italiano, non hanno sgarrato assolutamente band. E’ evidente quanto il nostro paese li faccia cacare. Dicono di provenire da AppleTown (cos’è Appletown, un paesino italiano tradotto in inglese?) ma sono italiani. Ci dilettano con giochetti di parole degni del citazionismo cinematografico. 10 pezzi che si nutrono di grinta, merda e spirito selvaggio, con un cantato luciferino che renderebbe fiero persino il compianto Bon Scott . “Seek You Down In Hell ”, “Hard Cock Blues” e “Start Your Engines” i pezzi forti. In più darei un premio “spazzatura” al memorabile riff di “Welcome To Sanfransisto”. Ce ne vorrà di tempo per suonare come loro. Grandissimi!

 

Info:

Zodiac Killer Records, 2009

Heavy Rock

 

Tracklist:

01. Sick yuo down in hell

02. Time waster

03. 16 wastoo much

04. Nightmare (on St. John Strett)

05. Welcome to San (fran) Sisto

06. So What ("bout" our r'n'roll)

07. Hard cock blues

08. Stay out al night

09. Start your engines

10. Spirit of the night