Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Registi italiani esordienti 2013

  • Scritto da Anita Magnani
zoran il mio nipote scemo film

Il cinema italiano sembra finalmente rianimatosi dallo stato comatoso in cui gravava e non sto parlando solo del cinema degli “adulti”, di film come “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino e “La migliore offerta” di Giuseppe Tornatore, ma anche del cinema dei più “piccoli”, degli appena nati (ma non per questo inesperti): dei registi emergenti, insomma.

Piccole perle che promettono di non rimanere isolate. C'è chi al cinema è già navigato, come Golino e Lo Cascio, o chi entra per la prima volta in punta di piedi, vedi Leonardo Di Costanzo o Alessio Fava, ma una cosa è certa: sentiremo ancora parlare di loro. Perché questo è solo l'inizio.

Eccovi dunque i neonati del cinema italiano: i registi esordienti del 2013 (i film non sono in ordine di rilevanza).

Buona scoperta e buona visione!

Leggi anche: I Migliori Film del 2013


- Matteo Oleotto
Zoran, il mio nipote scemo



- Paolo Zucca
L'arbitro



- Fabio Mollo
Il sud è niente



- Pierfrancesco Diliberto
La mafia uccide solo d’estate



- Emma Dante
"Via Castellana Bandiera"



- Alessio Fava
Yuri Esposito



- Ciro De Caro
Spaghetti Story



- Enrico Clerico Nasino
True Love



- Valeria Golino
Miele



David di Donatello per il miglior regista esordiente 2013

- Luigi Lo Cascio
La città ideale



- Leonardo Di Costanzo 
L'intervallo