Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

I registi più controversi della storia

  • Scritto da Orazio Martino
lars Quando arte cinematografica, vita privata, genio e sregolatezza si fondono inevitabilmente, parlare di registi controversi non è assolutamente un'eresia, anzi.

Prendete Roman Polanski, ma anche Woody Allen o quel pazzo di Lars Von Trier, leggetevi le loro biografie e avrete l'identikit ideale del filmmaker controverso.

Scandali, depressione, provocazioni di ogni tipo: un'esistenza che trova equilibrio ideale nel nichilismo divino, nel materialismo assoluto o nella morale pressoché inesistente delle proprie creature cinematografiche.

Artisti che dividono, idolatrati a priori o bistrattati fino alla morte, ma capaci di far parlare di sé, sempre e comunque.

Questi sono i registi più controversi della storia del cinema: 10 nomi, 10 giganti dell'universo della settima arte. Che cosa ve ne pare?

Lars Von Trier - film consigliato: "Melancholia" (2011)


Roman Polanski
- film consigliato: "Rosemary's Baby" (1968)


Pier Paolo Pasolini
- film consigliato: "Salò o le 120 giornate di Sodoma" (1975)


Abel Ferrara - film consigliato: "Il cattivo tenente" (1992)


Andrzej Żuławski
- film consigliato: "Possession" (1981)


Woody Allen
- film consigliato: "Match Point" (2005)


Michel Haneke
- film consigliato: "Funny Games" (1997)


Harmony Korine
- film consigliato: "Spring Breakers" (2013)


Nanni Moretti -
film consigliato: "Habemum Papam" (2011)


Tinto Brass
- film consigliato: "Io, Caligola" (1979)


Leggi anche: I migliori registi della storia