Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Maurizio Crozza: le 10 migliori copertine di Ballarò del 2013

  • Scritto da Anita
maurizio crozza copertine ballaro

È uno dei volti principali di Rai 3 e di LA7; è il comico che ha creato un nuovo mondo (il Paese delle Meraviglie) e che ha fatto della calvizie una moda: è Maurizio Crozza.

Dalla Gialappa's Band a Ballarò, passando per Mai dire Gol, il comico genovese non si è mai risparmiato. Tra le sue trasmissioni televisive ci sono Ballarò (RAI 3), Crozza Italia, Crozza Alive, Italialand e Crozza nel Paese delle Meraviglie (LA7).

Vi proponiamo una selezione delle migliori copertine satiriche di Ballarò, il talk show politico, condotto da Giovanni Floris, in onda su Rai 3 il martedì in prima serata, che lo ha consacrato definitivamente come comico televisivo di successo.

Buona visione e buone risate!

1. Ballarò 3 dicembre
Che ca**o ci vanno a fare in Parlamento? Per l’aria condizionata?”


2. Ballarò 5 novembre
Bossi ha detto che si candida come segretario della Lega. Salvini contro Bossi. Le primarie del Pd, al confronto, sono uno scontro tra Nobel.”


3. Ballarò 15 ottobre
Se ci ammaliamo e poi moriamo, le tasse chi le paga?


4. Ballarò 17 settembre
La Costituzione per Letta è come il monologo di Saviano, la prima mezz’ora ti prende tantissimo, dopo magari... Se c’è Paperissima, cambi canale.
Cari italiani, vorrei stipulare un nuovo contratto con voi. O preferite che facciamo in nero?


5. Ballarò 10 settembre
(su Berlusconi) “... Me lo immagino ai domiciliari nella sua casa da 300 mila quadrati. Casa sua è grande come il Molise. Lui non farebbe i domiciliari, ma gli arresti regionali.”


6. Ballarò 21 maggio
Il Pdl non ha il coltello dalla parte del manico, ha proprio tutto il ceppo con il portacoltelli in legno.”
Letta, pensare a questo governo senza polemiche è come pensare al telefilm Rex senza il cane lupo.


7. Ballarò 23 aprile
Sembrava una convention sadomaso: Napolitano frustava, loro godevano.
Ai miei tempi non finiva a larghe intese, ma a larghe sberle.


8. Ballarò 12 marzo
Quando Napolitano ha visto arrivare Alfano, Cicchito e Gasparri ha telefonato in India e ha preposto uno scambio con i due marò.
Moretti aveva previsto sia la fine del caimano sia l’addio del Papa. Ma è un regista o il polpo Paul?


9. Ballarò 26 febbraio
Grazie a loro (Domenico Scilipoti e Antonio Razzi), ci sarà un minimo di continuità istituzionale per noi comici.
(Il governissimo:) “È il governo che faranno tutti quelli che sono stati mandati affanculissimo.


10. Ballarò 29 gennaio
Lei (Pier Ferdinando Casini) è una legge della fisica: nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si ricandida.
(Sulla strage di Ustica) “Lo Stato dovrà risarcire le vittime. Dopo 33 anni, finalmente una prima verità: abbiamo uno Stato.