Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Gli spettatori cinematografici più fastidiosi

  • Scritto da Anita
spettatori cinematografici fastidiosiLa poesia del grande schermo non ha rivali. La maestosità della sala, la corposità del suono, la nitidezza dell'immagine rendono la visione di un film al cinema un'esperienza piacevole e indimenticabile, fino a quando non si spengono le luci e appaiono i titoli di testa, e allora l'incubo non può che cominciare.

L'aria si fa improvvisamente viziata; la nitidezza sonora lascia spazio a schiarimenti di gola, colpi di tosse e starnuti (quando va bene) e tu ti chiedi dove sia finita tutta questa poesia. Ti giri di lato per domandarlo al tuo vicino di destra, quando ti accorgi che sta già amabilmente dormendo appoggiato alla tua spalla. Fai allora per voltarti dal lato opposto, verso il tuo vicino di sinistra, che però ha deciso di girare il sequel di “9 settimane e ½” con la sua ragazza. Non ti resta che cambiare posto. Ma le luci sono già spente e l'unico posto ancora vuoto sembra essere quello di fianco alla toilette. È allora che realizzi di non avere scampo: allo spettatore molesto non si sopravvive.

Eccovi una lista di spettatori cinematografici da incubo, con relativi suggerimenti di eliminazione corporale.

Buona scoperta!


1. La-coppia-sanguisuga-che-si-bacia-come-se-non-ci-fosse-un-domani

Avvinghiata in pose irreplicabili, la “coppia a ventosa” trascorre tutto il tempo della visione filmica a non cogliere nemmeno una sequenza, intenta com'è nell'arte del prosciugamento della saliva altrui, e inondando la sala cinematografica di sonori schiocchi labbiali.
Mossa eliminatrice: Kansas City (Slevin - Patto criminale, Paul McGuigan, 2006)


2. Il-tardone-logorroico
Quello che non capisce mai la trama del film e passa tutto il tempo a chiedere delucidazioni e a farsi riassumere gli eventi appena accaduti, cercando di dare un senso al suo essere al cinema. Le sue domande assillanti al vicino di poltrona rasentano il disturbo borderline: “ma questo chi è?”; “ma quel tizio non era morto?”; “cos'ha detto?”, per finire con la classica: “cosa sta succedendo?”. Risposta: “... E io che cazzo ne so?”.
Mossa eliminatrice: Colpo della pressione alle tempie (Ken Shiro)


3. Lo-sgranocchiatore-compulsivo
Colui che non riesce a concepire di guardare uno schermo qualsiasi senza produrre fastidiosi rumori di carta stracciata, ruminamento mascellare, suzione fallica e deglutizione spasmodica di gas.
Mossa eliminatrice: Tecnica dell'esplosione del cuore con cinque colpi delle dita (Kill Bill vol.2, Quentin Tarantino, 2004)


4. Il-dormiglione-russatore-cronico
Categoria rara ma letale, soprattutto quando affianca al rumore gutturale di un trattore in corsa anche quello del fischio di un treno a vapore, appoggiando la testa ciondolante sulla spalla del malcapitato a fianco e sbavazzandogli allegramente sulla camicia.
Mossa eliminatrice: La Gru (Per vincere domani - The Karate Kid, John G. Avildsen, 1984)


5. L'-intellettualoide-radical-chic
Arriva sempre mezz'ora prima dell'orario di inizio, per accaparrarsi i posti migliori, salvo poi trascorrere tutto il tempo che lo separa dalla proiezione a lamentarsi fragorosamente della noiosissima e lunghissima pubblicità. Consuma l'attesa con commenti acculturati su film, regista, musiche e plot, spoilerando senza misura e sottotitolando tutta la visione con accurate osservazioni tecniche riguardanti dialoghi, inquadrature, recitazione, eccetera. A fine proiezione tocca portarlo via con la gru.
Mossa eliminatrice: Mossa Vincente (L'Uomo Tigre)


6. Il-cellulare-dipendente
Una delle categorie più odiate e più odiose. Il cellulare-dipendente presenta serie difficoltà di attenzione e, a dieci minuti esatti dall'inizio della proiezione, si arma di smartphone i-tech e commenta le scene del film su facebook, mantenendo al massimo i toni della tastiera e della suoneria immancabilmente discotecara.
Mossa eliminatrice: Destro Micidiale alla Jake LaMotta (in “Toro scatenato”, Martin Scorsese, 1980)

7. Il-ritardatario-incurabile-che-arriva-a-10-minuti-dall'-inizio-del-film
Con la sua silhouette si staglia in piedi davanti allo schermo, mentre cerca faticosamente di addentrarsi nella massa umana già accomodata, scavalcando e calpestando montagne di giacche e sciarpe accatastate, pretendendo di accaparrarsi comunque il “suo posto preferito”, magari facendo anche scalare gli altri spettatori, perché “sai, io e la mia ragazza vogliamo stare vicini”.
Mossa eliminatrice: Tramortimento con colpi di taglio con la mano alla base del collo, alla Sean Connery in James Bond


8. Il-ridanciano-senza-speranza
Che ride comunque, a qualunque ora e a qualsiasi scena, anche la più scabrosa, girando persino la testa verso il fondo della sala, per cercare man forte, quasi incredulo del mancato sostegno degli altri spettatori.
Mossa eliminatrice: Lightning Legs o Lightning Kick, di Chun-Li (Street Fighter II)


9. Il-dormiglione-russatore-cronico-che-è-anche-tardone-logorroico
Perché essendosi addormentato per venti minuti, non ha giustamente capito un cazzo del film, per cui comincia a fare domande a destra e a manca per saltarci fuori ma tempo cinque minuti ricade nel suo torpore ghirale e cinghialoide da russomane incallito.
Mossa eliminatrice: Onda Energetica (Dragon Ball)


10. Quello-che-sembra-caduto-in-una-friggitrice-o-in-una-botte-di-profumo
Arrivi prima, prendi il posto migliore quando, a un secondo dai titoli di testa, arriva lui, quello che mette fuori gioco le narici del pubblico intero, e si siede proprio accanto a te. A questo punto, ti sembra brutto cambiare posto proprio subito dopo la sua seduta; allora ti guardi intorno per sondare il terreno e ti accorgi che l'unico altra poltrona rimasta libera è quella vicino alla toilette.
Mossa eliminatrice: Hanuman in stile muay thai (Matrix Revolutions, Lana e Andy Wachowski, 2003)


11. Il-velocista-devo-scappare-che-qui-sta-per-esplodere-una-bomba
Prima ancora della dissolvenza di chiusura, lo vedi che armeggia per infilarsi la giacca; alla prima lettera del primo titolo di coda è già in macchina.
Mossa eliminatrice: Placcaggio da football americano


12. Il-ritardatario-incurabile-che-arriva-a-10-minuti-dall'-inizio-del-film-ed-è-alto-due-metri
E si piazza proprio davanti al tuo posto, che avevi ormai dato per libero e su cui avevi appoggiato la giacca e la gamba, oscurandoti completamente la visuale.
Mossa eliminatrice: Decapitazione Boss Tanaka (Kill Bill)