Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Arthur Schopenhauer: frasi e aforismi

Arthur Schopenhauer (1788 - 1860) non avrebbe nemmeno bisogno di presentazioni. Il filosofo e aforista tedesco è senza alcun dubbio uno dei maggiori pensatori del XIX secolo. Il suo pensiero ha anticipato motivi della più ampia filosofia della vita che si è sviluppata in opposizione al positivismo e all’intellettualismo.

Non consultatelo se siete depressi o alla ricerca della felicità eterna perché il buon Arthur non farà che alimentare il vostro senso di impotenza di fronte alla vita: il piacere non è che un momentaneo alleviamento del dolore e l’amore non è che un potente mezzo usato dalla Natura ai fini del solo accoppiamento.

Buttatevi dunque su un vasetto di Nutella che è sicuramente meglio!

Felice approfondimento.


_ Più intelligenza avrai, più soffrirai

_ C'è un unico errore innato, ed è quello di credere che noi esistiamo per essere felici

_ Chi è amico di tutti non è amico di nessuno

_ Si sappia che le menti scadenti sono la regola, le buone l'eccezione, le eminenti rarissime e il genio un miracolo

_ Ciò che nella vita reale mi ha sempre e ovunque ostacolato è stata la mia incapacità, fin negli anni della vecchiaia, di farmi un'idea autentica della meschinità e della bassezza degli uomini

_ Più ristretto è il nostro campo di azione, di visuale e di relazioni, e più siamo felici

_ Gli uomini completamente privi di genio sono incapaci di sopportare la solitudine

_ Il filosofo non deve mai dimenticare che la sua è un'arte e non una scienza

_ È la cattiveria il collante che tiene insieme gli uomini. Chi non ne ha abbastanza si distacca

_ Alla fine tutti quanti siamo e restiamo soli

_ Se un Dio ha fatto questo mondo, non vorrei essere quel Dio: la miseria che l'uomo vi ha creato mi spezzerebbe il cuore

_ I giorni felici li viviamo senza accorgercene, e solo quando arrivano quelli brutti tentiamo invano di richiamarli indietro

_ Ogni volere scaturisce da bisogno, ossia da mancanza, ossia da sofferenza. A questa da fine l'appagamento; tuttavia per un desiderio che venga appagato, ne rimangono almeno dieci insoddisfatti; inoltre la brama dura a lungo, le esigenze vanno all'infinito; l'appagamento è breve e misurato con mano avara.
Anzi, la stessa soddisfazione finale è solo apparente: il desiderio appagato dà tosto luogo a un desiderio nuovo: quello è un errore riconosciuto, questo è un errore non conosciuto ancora. Nessun oggetto del volere, una volta conseguito, può dare appagamento durevole... bensì rassomiglia soltanto all'elemosina, la quale gettata al mendico prolunga oggi la sua vita per continuare domani il suo tormento

_ L'infelicità è per il nostro animo il calore che lo mantiene tenero

_ Ogni innamoramento, per quanto etereo voglia apparire, affonda sempre le sue radici nell'istinto sessuale. Se la passione del Petrarca fosse stata appagata, il suo canto sarebbe ammutolito

_ L'uomo è l'unico animale che provoca sofferenza agli altri senza altro scopo che la sofferenza come tale

_ Che cosa si può pretendere da un mondo in cui quasi tutti vivono soltanto perché non hanno il coraggio di suicidarsi!

_ In fondo al cuore le donne pensano che compito dell'uomo è guadagnare soldi, e compito loro spenderli

_ Quando uno comincia a parlare di Dio, io non so di cosa parli, infatti le religioni, tutte, sono prodotti artificiali

_ Vi è nel cuore di ogni uomo una belva, che attende solo il momento propizio per scatenarsi e infuriare contro gli altri

_ Chi non ama la solitudine non ama neppure la libertà, perché si è liberi unicamente quando si è soli

_ Gli uomini hanno bisogno di qualche attività esterna, perché sono inattivi dentro

_ In tutti i popoli esistono i monopolizzatori e gli appaltatori del bisogno metafisico: i preti

_ Io non ho scritto per gli imbecilli. Per questo il mio pubblico è ristretto

_ La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro: leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare

_ La vita umana è come un pendolo che oscilla incessantemente fra noia e dolore, con intervalli fugaci, e per di più illusori, di piacere e gioia

_ La vita è una cosa spiacevole e io mi sono proposto di passare la mia vita a rifletterci sopra

_ Nessuno si è mai sentito felice nel presente a meno che non fosse ubriaco


Articoli correlati:

_ Oscar Wilde: frasi celebri

_ Albert Einstein: frasi celebri

_ Kurt Vonnegut: citazioni e frasi celebri

_ Woody Allen: frasi celebri

_ Charles Bukowski: frasi celebri

_ Gore Vidal: frasi celebri

_ Alda Merini: frasi celebri

_ Chuck Palahniuk: frasi celebri

_ David Foster Wallace: frasi celebri

_ Banana Yoshimoto: frasi celebri

_ Irvine Welsh: frasi celebr