Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Dexter (J. Manos Jr.)

  • Scritto da Tommaso Bertelli

Dexter Locandina

Dexter Locandina - Dexter Locandina
Il network americano Showtime ha fatto da anni una precisa scelta per quanto riguarda le serie tv: non trasmettere mai storie banali e scontate, bensì puntare su soggetti e sceneggiature estreme. E così negli anni sono state realizzate Weeds (su una vedova che per tirare avanti spaccia marijuana), Californication (tutto a base di sesso, droghe e rock ‘n’ roll) e quest’anno The Big C (dove si riesce a scherzare in modo pesante su tema delicato e doloroso come il cancro).

Cavallo di battaglia del canale americano è da cinque anni Dexter, isprirata (solo per la prima serie, al romanzo “La mano sinistra di Dio” di Jeff Lindsay). Protagonista della serie è Dexter Morgan (Micheal C. Hall, già protagonista di Six Feet Under), ematologo della squadra Omicidio della polizia di Miami, che in reatà è un serial killer: il serial killer dei serial killer per essere onesti (ripetizioni doverose). Adottato all’età di tre anni da un agente della polizia in seguito al brutale omicidio della madre, Dexter fin da piccolo manifesta strani atteggiamenti violenti e così il padre indirizza questa rabbia nel perseguire quelli che sfuggono alla morsa della giustizia. Attraverso un codice e un rituale sempre uguale, Dexter conduce una doppia vita per non insospettire le persone e i colleghi poliziotti che gli stanno attorno: la sorella Debra, in polizia anche lei, e la fidanzata e poi moglie Rita.

Particolarità della serie è che in ognuna della cinque stagioni fin qui andate in onda (sesta confermata per il prossimo settembre) qualcuno (un collega, un avversario assassino, un procuratore distrettuale) scopre, non senza conseguenze, il segreto del protagonista, costringendo quest’ultimo a salti mortali per coprire la sua identità. Insomma una delle serie di tensione migliori in circolazione, avvincente e consigliata a chi non si accontenta di risolvere misteri a là CSI.

Da sottolineare il modo in cui spesso la puntate sono girate, soprattutto le scene notturne: un digitale in alta definizione che in alcuni momenti ricorda il Micheal Mann di Collateral o Miami Vice.

-----------------------------------------------------------------------

Prima stagione:

La città di Miami è sconvolta dalla serie di omicidi riducibile al “killer del camion frigo”. Debra entra a far parte della Omicidi e inizia una relazione con l’ambiguo Brian Moser, che altri non è che il l’assassino che tutta la polizia insegue, nonché fratello biologico di Dexter. Scoperta la vera identità del killer Dexter, da sempre poco incline a reali sentimenti d’affetto, sceglie di salvare la vita della sorella invece che ricongiungersi a quel fratello così simile a lui.

Voto: 8

-----------------------------------------------------------------------

Seconda stagione:

Il caso attorno cui ruota la stagione è il Macellaio di Bay Harbor, dopo che sono stati rinvenuti nell’oceano decine di sacchi della spazzatura con cadaveri a pezzi. Per questo giunge in città una task force dell’FBI, condotta dall’agente Lundy, che inizierà una relazione con Debra. Il Macellaio altro non è che Dexter, che lotterà fino all’ultimo per sviare i sospetti dei federali e del sergente Doakes che fin dalla prima serie sospetta qualcosa. Centrale nella serie è la figura di Lila, un’avvenente ragazza inglese conosciuta alle riunione dei Narcotici Anonimi.

Voto stagione: 8

-----------------------------------------------------------------------

Terza stagione:

Dexter uccide per sbaglio il fratello del procurare distrettuale Miguel Prado addossando la colpa ad uno spacciatore. Nell’uccidere quest’ultimo viene scoperto in flagrante proprio da Miguel il quale copre Dexter. Intanto lo Scorticatore miete vittime e proprio il gioco a tre tra Miguel, Dexter e il killer, su cui indaga Debra per guadagnarsi i gradi di detective, sarà il motivo centrale di queste stagione.

Voto stagione: 7

-----------------------------------------------------------------------

Quarta stagione:

Il vero protagonista del questa stagione è Arthur Mitchell, alias Trinity Killer, un insospettabile padre di famiglia di mezza età che da decenni si sposta per gli Stati Uniti collezionando omicidi in serie di tre sempre con lo stesso modus operandi e la stessa sequenza. Ritroviamo Lundy che da anni dà la caccia a Trinity. Dexter è impegnato nell’impegnativa impresa di essere marito e padre, oltre che nella caccia al killer per il quale prova profonda ammirazione per il fatto di riuscire a conciliare così bene le due vite. Per questa quarta stagione Micheal C Hall e John Lithgow hanno vinto il Golden Globe per le interpretazione di Dexter e di Arthr Mitchell

Voto stagione: 8

-----------------------------------------------------------------------

Quinta stagione:

Nuova entrata nella vita di Dexter è Lumen una ragazza che il nostro serial killer preferito salva dalle tortura di un altro assassino. La faccenda è in realtà più complicata, c’è un team di assassini che rapisce e torture belle ragazze bionde, e Dexter trova finalmente qualcuno con cui poter essere se stesso e insegnare il “mestiere”. Guest star della serie Julia Stiles nei panni di Lumen e Jhonny Lee Miller (il Sick Boy di Trainspotting) in quelli dell’ambiguo Jordan Chase. Anche per questa stagione numerose le candidature ai Golden Globes, in particolare come miglior serie drammarica e come miglior attore protagnonista.

Voto stagione: 7,5

Voto complessivo: 8

 

 

Info Serie:

 

ideata da James Manos, Jr.

con: Michael C. Hall, Julie Benz, Jennifer Carpenter, Lauren Vélez, Erik King, David Zayas

Stagioni: 5 (2006 - )

Puntate: 60

Durata: 50 minuti

Prima visione americana: 1 ottobre 2006

Prima visione italiana: 11 ottobre 2007 (satellite), 5 ottobre 2008 (chiaro)

drammatico, poliziesco