Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Severina (Rodrigo Rey Rosa)

severina “Da uno degli autori ineludibili della letteratura latinoamericana contemporanea, la storia romantica, spiritosa e libresca del delirio amoroso di un libraio per una ladra di libri”: mah! Tutte balle. Non credete a una sola parola del risvolto di copertina di questo libro, perché “Severina” è tanto ingannevole quanto un reggiseno push-up. Ben imbottito, ma senza sostanza.

A Rodrigo Rey Rosa, scrittore del Guatemala definito da Roberto Bolaño “Il miglior tessitore di storie, la stella più luminosa”, va riconosciuto però un merito, quello di essere riuscito ad incuriosire il lettore. La trama, infatti, si compone di tutta una serie di elementi in grado di suscitare interesse. C’è una piccola libreria, un libraio innamorato, una misteriosa e affascinante ladra di libri e una caterva di romanzi e racconti che passano di scaffale in scaffale. Manca però tutto il resto.

Dov’è il delirio amoroso? Dov’è la passione per i libri? Dov’è il colpo di scena?

Se per delirio amoroso si intende un uomo che aspetta sconsolato e apatico il ritorno della sua bella ladra di libri senza fare niente per ricongiungersi a lei, allora io in versione innamorata sono da camicia di forza.

Se per passione per i libri si intende un accumulo indifferente di testi scritti di ogni genere, allora anche un addetto al macero risulterebbe un intenditore.

E se per colpo di scena si intende un vana attesa lunga 111 pagine, allora sì, posso affermare di essere rimasta delusa.

Peccato, perché questo libro partiva con dei buoni propositi che però si sono trasformati inesorabilmente in disillusioni. Insomma una storia con un gran potenziale che si è accontentata di essere solamente un esercizio di stile ben riuscito.

Di nuovo, peccato.

“Non si può perdere quel che non si possiede, mi sono detto, ma senza sentirmi rinfrancato. Forse si chiamava Ana Severina Bruguera. Forse no”.

Voto: 5

 

Info libro:

Scritto da Rodrigo Rey Rosa, Edito da Feltrinelli, 2012, 111 pagine