Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

O.E. Confidential: Paolo Nori

  • Scritto da Esterina & Anidride

paolo nori intervista

paolo nori intervista
1. Ultimo libro letto.

Georges Perec, “Quale motorino con il manubrio cromato giù in fondo al cortile?”, e/o, traduzione (molto bella mi sembra) di Emanuelle Caillat.

2. Un autore sopravvalutato.

Evtušenko.


3. Un libro che tutti dovrebbero leggere.

 

Non credo esistano libri che tutti dovrebbero leggere.


4. La parte della giornata in cui scrivi meglio.

Quando mi sveglio al mattino molto presto e mi metto a lavorare subito, dopo ho come l’impressione di una giornata pulita, ma non so dire se è perché ho scritto bene o per qualche altro motivo.


5. Le sigarette da scrittore.

Ho visto un documentario, recentemente, con Tarkovskij, era in Italia, aveva due braghe corte, gialle, se non ricordo male, e un paio di sandali che sembrava vestito come mi vestivano d’estate quando avevo otto anni, non sembrava un regista, invece era un regista bravissimo.


6. Doestoevskij o Tolstoj?

Tutti e due.


7. La tua biografia in tre libri.

Il Maestro e Margherita di Bulgakov, Tvorenja di Chlebnikov, Moskva-Petuski di Erofeev.


8. Parma o Bologna?

Tutte e due.


9. Il tuo aforisma preferito.

Quando penso che la birra è fatta di atomi, mi passa la voglia di bere (Vladimir Šinkarev).


10. Libri nuovi o della biblioteca?

Tutti e due.


11. Il posto dove ti vengono più idee.

Quando sono per strada.


12. Scrittura o lettura?

Tutte e due.


13. Tre cose che non sopporti.

Preferisco non pensarci.


14. Quando eri piccolo, cosa volevi fare da grande?

Il correttore di bozze.


15. La cosa a cui tieni di più.

Non so, forse una vecchia giacca che è l'unica giacca che riesco a mettermi senza che mi sembri di avere la giacca.