Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

One: S/t

  • Scritto da Andrea Murgia
one recensione Power trio di devastante forza, "One" è il risultato dell’incontro tra alcuni dei musicisti della scena free/impro più caldi del momento. Guidato dal sax tenore di Ivo Perelman – già con giganti come William Parker, Nanà Vasconcelos e Peter Erskine – il trio costruisce un muro sonoro incrollabile, la cui malta è la granitica sezione ritmica rappresentata dall’ungherese Balazs Pandi (Obake e Cuts con Merzbow e Gustaffson) e Joe Morris (Slobber Pup), chitarrista dai mille talenti per la prima volta alle prese su disco con il basso elettrico.

Sei tracce in cui emerge prepotentemente la natura improvvisativa del progetto, nato senza nessun preconcetto e senza nessuna direzione. Amanti del rischio e dei pericoli di un progetto totalmente free, i tre musicisti – ottima la prova di Perelman - dissezionano la lezione di Albert Ayler il cui lirismo straziante aleggia in più momenti del disco, a partire dall’iniziale "Freedom", vero e prorio omaggio al mai troppo compianto sassofonista di Cleveland.

Altissimi momenti sono anche la dolce e “inaspettata” "What Love Can Lead To", "One" – bello il gioco a due tra Perelman e Morris - e "Universal Truth", sicuramente la più Ayleriana del lotto. Per palati fini e veri appassionati, "One" è un ottimo lavoro di sintesi in cui emerge in più episodi la voglia dei tre di sperimentare e divertirsi. Per tutti gli altri, ricordo che "One" è un disco della Rare Noise Records che potrebbe risultare poco appetibile e destabilizzante per i poco avvezzi.

Voto: 7

Info:
Rare Noise Records, 2013
Free Jazz
RareNoiseRecords Jukebox
Tracklist:
1. Freedom
2. What Love Can Lead To
3. To Remember What Never Existed
4. One
5. Universal Truth
6. Stigma