Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Giuradei: S/t

Quando l'offerta è vasta o sterminata, come quella dei cantautori nel Belpaese, per far funzionare il tuo prodotto devi diversificarlo, impreziosirlo, renderlo originale e allo stesso tempo riconoscibile.

Prendiamo un esempio internazionale: il lavoro che ha fatto Iron&Wine con “Kiss each other clean” è un importante rottura ed al tempo stesso un nuovo punto di partenza per il cantuautorato americano. Suoni, arrangiamenti, crossover e freschezza negli argomenti, vanno ripensati, provati e presentati con coraggio. Badate bene, per fare questo percorso non è necessario un viaggio in India, bastano piuttosto una discreta intelligenza ed essere al passo con gli ascolti contemporanei nel rispetto dei canoni classici.

Questo vento di rinnovamento tira anche in Italia, sarà che siamo proprio ai ferri corti con le proposte dei cantuautori? Vorrei invece pensare che c'è gente che vuole mettersi in gioco.

Così dopo il nuovo di Santo Barbaro, autoprodotto, ho il piacere di recensire "Giuradei" che esce per Piccica, etichetta indie che fino ad ora ci ha proposto del pop cantuautorale piuttosto in linea con il classico. Le novità in gioco in questo disco sono degli accorgimenti di arrangiamento semplici, e per il giusto connubio semplice=bello azzarderei che siano mosse molto azzeccate.

Le mosse sono tre: attitudine più rock, batteria incalzante e sostenuta e un bel po' di chitarra distorta, quando ci sta. Fin dalla combo inziale, “Mi dispiace amore mio” e “La sconosciuta” la storia di questo disco vi sarà già chiara. Una cosa che mi piace un casino del cantato è il timbro stesso della voce di Ettore, scevro da ogni pomposo artificio elegiaco, canta e allo stesso tempo racconta in un modo estremamente diretto. Così tranquillo da sembrare familiare, amico, fa scivolare via l'ascolto con piacere e senza noia.

Sarò sfrontato nel dire che dopo tre dischi di Ettore Giuradei, tra i quali certamente spicca "La repubblica del sole", se questo trend di novità è il frutto del connubio nato dal lavoro assieme al fratello Marco, vi prego, avanti così. Non plus ultra l'artwork spacca! Ottima questa “voglia di fare coppia fissa”, questo disco è superiore ai precedenti.

Voto: 7


Info:

Picicca Dischi, 2013

Cantautore

 

Contatti: www.facebook.com/giuradei

 

Tracklist:

1. Mi dispiace amore mio

2. La sconosciuta

3. Sta per arrivare il tempo

4. Continuano a volare

5. Dimenticarmi di te

6. Generale

7. Papalagi

8. La tristezza

9. Senza di noi 1

10. Amami