Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

DIAFRAMMA: Niente di Serio

  • Scritto da Enrico Tallarini

diaframma niente di serio Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo. Federico Fiumani è così, affascinante e necessario, un personaggio di quelli che non puoi catalogare, che ottiene il massimo con il minimo sforzo, capace di lasciare il segno senza cambiare una virgola. Federico Fiumani è i Diaframma, che a tre anni da “Difficile da Trovare” ritornano con questo “Niente di Serio”, ultimo episodio di una saga che da Firenze parte e attraversa quasi trent’anni di rock italiano.

Niente di nuovo né di serio sotto il sole, solo un’altra dozzina di canzoni di quelle che solo Fiumani poteva scrivere. Le solite storie sghembe, formalmente scoordinate, che suonano nuove pur suonando vecchie di vent’anni, e ci riportano Fiumani così come è sempre stato: cantautore dallo spirito punk e paroliere di rara e indiscutibile classe. Dire che i suoi testi rimangono, ancora oggi, una spanna sopra la quasi totalità delle band in circolazione, non credo offenderà nessuno.

Questo perché Fiumani è coerenza pura, senza se e senza ma. È la voce che ti stona in faccia lo sconcio che ti gira nel cervello ma che non riesci a pronunciare. Se qualcosa è cambiato anche solo appena è il suono, più morbido e curato che in passato, così come più curati sono anche gli arrangiamenti e la produzione del disco.

Ma sono solo dettagli, e gira e rigira siamo sempre lì, nella sostanza più che nella forma. Chitarra, basso, batteria e poco altro, senza strafare, senza orpelli inutili. Scorrono così queste dodici tracce, che tra la morbida “Entropia”, il rock della title track e soprattutto le esplosioni di “Grande come l’oceano” e “Anime morte”, toccano vette di grande bellezza.

Note e parole che fluiscono scarne, senza sorprese né effetti speciali. Che poi il disco farà cacare un po’ a tutte le nuove generazioni dell’indie rock italico è conseguenza naturale. Qui, come sempre quando si ha a che fare con i Diaframma e con Fiumani, non resta che prendere o lasciare. Personalmente continuo a prendere. La forma può invecchiare, ma sostanza e urgenza ci pensano due volte.

Voto: 6,5

 

Tracklist:

1. Vivo così

2. Entropia

3. Absurdo metalvox

4. Madre superiora

5. La botta di energia del rock

6. Niente di serio

7. Nilsson

8. Tempesta nel mio cuore

9. Carta carbone

10. Grande come l'oceano

11. Anime morte

12. Un orologio rotto