Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Corrente, il primo lavoro dei Granato

  • Scritto da Gli Osservatori Esterni
granato
granato - granato

"Corrente"
, il primo lavoro dei Granato, è uno sguardo sul mondo da dentro il mondo. È una lotta per la creazione di "possibili equilibri alternativi". Nulla era dato all'inizio se non l'esigenza di un nuovo innamoramento verso la musica e verso la realtà che ci circonda. Sei brani materializzano le riflessioni, le sensazioni, gli sforzi, le ricerche, le discussioni, le responsabilità che ognuno degli autori ha vissuto durante la realizzazione del lavoro. Un percorso di scoperta e di crescita, una riflessione sulla condizione attuale del fare musica e sul come porsi per far sì che il pubblico possa comprendere e l'artista esprimersi.

Due brani strumentali incorniciano l'album, facendo da Entrata ed Uscita; Lampedusa, T.T.T., I will be e Corrente sono i titoli delle altre tracce, brani che portano con sé le riflessioni sul contesto sociale che ci circonda: il violento predominio delle ideologie occidentali sul resto del mondo, il rapporto uomo-macchina, il rapporto fra interiorità ed esteriorità, alcune delle conseguenze del modello sociale capitalista e consumista. I testi parlano, quindi, di esperienze che ognuno vive quotidianamente: un'analisi del reale condensata in poche righe.

Tutti i brani sono stati scritti e arrangiati da Francesco Bianco e Alessandro Cicala. Il lavoro ha visto la partecipazione di Rosanna Salati, che ha donato la sua voce per il brano che dà il nome all'album.

Il risultato sonoro è denso e variegato, difficile da racchiudere in un genere specifico. Le influenze musicali e poetiche rintracciabili in Corrente sono molteplici, allo stesso tempo esplicite e velate, sincera mediazione fra incoscienza e chiara scelta. Uno dei legami più forti è quello cercato con la musica prodotta in Italia e all'estero nella metà degli anni '90, quando l'industria e il commercio riuscivano ancora ad essere funzionali nel veicolare opere d'arte.
Corrente è edito dalla Kappabit.