Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

AngelicA26 a Bologna

  • Scritto da Gli Osservatori Esterni
angelica Inizia oggi, giovedì 5 maggio, AngelicA26, 26a edizione del festival di musiche di ricerca che avrà luogo a Bologna (e Modena) fino al 28 maggio con un programma nuovamente eterogeneo, “spaesante”, alla riscoperta dello stupore.
La rassegna inizierà con un “festival nel festival” di 4 giorni con la direzione artistica di John Duncan: un’escursione tra le foreste dell'essere con le sue diramazioni ed esistenze che partirà con l’esibizione di Ellen Fullman e il suo “long string instruments” composto da 16 metri di corde tese e risonanti.

Fred Frith (Henry Cow, Art Bears, Massacre) sarà poi il protagonista di ben 4 appuntamenti, con una serata celebrativa della sua produzione a cura di Domenico Caliri, un workshop, un concerto in solo e una serata di sue musiche per ensemble ospitata dal Teatro Comunale di Modena.

Quindi un rush finale con, tra gli altri, Philip Corner, Tim Hodgkinson (anch’egli Henry Cow, God, Art Bears), Marc Monnet (musicista irriverente nonchè direttore del prestigioso Festival du Printemps des Arts di Monte-Carlo) e la fantastica reunion di MEV, Musica Elettronica Viva, ensemble composto da Alvin Curran, Frederic Rzewski e Richard Teitelbaum, che si esibirà assieme a Pauline Oliveros per festeggiare i propri 50 anni di attività.

La maggior parte dei concerti si terrà al Teatro San Leonardo in Via San Vitale 63 a Bologna, sede storica del festival e da poco sede del Centro di Ricerca Musicale.

Qui il programma completo: