Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

I Migliori Dischi No Wave

Ritmi sincopati, fascinazione suburbana, liriche ossessive, visione oscura e nichilista delle cose, spore di derivazione free-jazz, rifiuto di qualsiasi logica o tendenza mainstream. Sono solo alcune delle caratteristiche che hanno trasformato la No Wave in una delle correnti più affascinanti, idolatrate ed emulate degli ultimi 40 anni, musicalmente e artisticamente parlando.

Cosa sarebbero il noise, l'industrial o il post-rock senza la sperimentazione di avanguardisti sonori del calibro di Suicide, Teenage Jesus And The Jerks e Glenn Branca? Cosa sarebbero i Liars o i Rapture senza le contorsioni punk-funk ante litteram di James Chance e Arto Lindsay?

Parecchi di questi album consigliati sono raccolte, anzi, contenitori di materiale disseminato tra singoli, EP e sette pollici. Il punto di riferimento è sicuramente l'antologia prodotta da Brian Eno "No New York", capolavoro incendiario capace di trascendere il mero discorso musicale.

Approfittatene per dare una sbirciata, e fateci sapere cosa ve ne pare.

AA. VV. "No New York" (1979)

Suicide: "Suicide" (1977)

James Chance and the Contortions: "Buy" (1979)

Teenage Jesus And The Jerks: "Everything" (raccolta del 1995)

DNA: "DNA on DNA" (raccolta del 2004)

Lydia Lunch: "Queen of Siam" (1980)

Mars: "The Complete Studio Recordings NYC 1977-1978" (2004)

Glenn Branca: "The Ascension" (1981)

Chatham: Die Donnergötter (The Thundergods) (1987)

Articoli correlati:

- I migliori dischi noise rock

- I migliori dischi post-rock

- I migliori dichi math-rock