Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

I Migliori Dischi Italiani del 2011

  • Scritto da Gli Osservatori Esterni

i dischi italiani del 2011E' stato un 2011 di ritorni in pompa magna, esordi lampo e lavori dal respiro internazionale. Benvegnù e Capossela hanno confermato le proprie doti di manipolatori di note trasformate in sogni ad occhi aperti, Umberto Palazzo anni di esperienza riversati in un disco dall'equilibrio ideale. Casa Del Mirto e A Classic Education sono stati i nostri ambasciatori all'estero, i primi addirittura con due lavori a distanza di pochi mesi (di cui il primo già cult), i secondi con una grandissima prima prova in studio e un tour europeo di supporto agli Okkervil River.

Standing ovation per l'accoppiata Be Forest/Soviet Soviet, dal lungomare pesarese al palcoscenico internazionale, con ottimi riscontri di critica e pubblico. Un ritorno col botto è stato quello dei Verdena, una mazzata sui denti gli album di Dyskinesia, Butcher Mind Collapse e (soprattutto) Gazebo Penguins, da marcare stretti e vedere assolutamente live. In ottima forma anche la compagnia dei cantautori, dal veterano Canali alle "nuove leve" Dente, Brunori e Frigieri, che hanno rielaborato il sentiero nostalgico con canzoni ben scritte e splendidamente arrangiate. Tra le new entry più chiacchierate, "Il sorprendete Album d'Esordio dei Cani" ha seminato una scia non indifferente. Menzione speciale per i marchigiani Dadamatto, da quest'anno ufficialmente in gara con gli Zen Circus per lo scettro di band più irriverente della penisola.

Nessuna pretesa di universalità ma un unico punto di vista, il nostro.

Come al solito, buona lettura e felice approfondimento.

 

1. PAOLO BENVEGNU': "Hermann" (La Pioggia Dischi)

2. UMBERTO PALAZZO: "Canzoni Della Notte e Della Controra" (DiscoDada)

3. A CLASSIC EDUCATION: "Call It Blazing" (La Tempesta Dischi)

4. VERDENA: "Wow" (Universal)

5. CASA DEL MIRTO: "1979" (Mashhh! Records)

6. VINICIO CAPOSSELA: "Marinai, Profeti e Balene" (La Cùpa/Wea)

7. DADAMATTO: "Anema e Core" (Infecta/Face Like a Frog)

8. GIORGIO CANALI E ROSSOFUOCO: "Rojo" (La Tempesta)

9. GAZEBO PENGUINS: "Legna" (To Lose La Track)

10. BRUNORI SAS: "Vol. 2 - Poveri Cristi" (Picicca)

11. DENTE: "Io Tra di Noi" (Ghost Records)

12. THE ZEN CIRCUS: "Nati per Subire" (La Tempesta)

13. PINEDA: "Pineda" (Deambula)

14. SOVIET SOVIET: "Summer Jesus" (Tannen)

15. CESARE BASILE: "Sette Pietre Per Tenere il Diavolo a Bada" (Urtovox)

16. BE FOREST: "Cold" (WWNBB)

17. OVO: "Cor Cordium" (Supernatural Cat)

18. MARCO PARENTE: "La Riproduzione dei Fiori" (Woland)

19. NADA: "Vamp" (Infecta)

20. I CANI: "Il Sorprendente Album d'esordio dei Cani" (42 Records)

21. BUTCHER MIND COLLAPSE: "Night Dress" (Bloody Sound Fucktory)

22. DYSKINESIA: "Dalla Nascita" (Frohike)

23. GIANCARLO FRIGIERI: "I Sonnambuli" (Autoprodotto)

24. AUCAN: "Black Rainbow" (La Tempesta)

25. MOMBU: "Mombu" (Subsound)