Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

I migliori dischi Grindcore

Se il marcio avesse un suono, probabilmente avrebbe una voce gutturale, ritmi schizzati e chitarre che più sporche e veloci non si può. Dalla fine degli anni '80, il mondo della musica Heavy è stato sconvolto da un vortice di cattiveria che non può non trovare innumerevoli appassionati ed estimatori in tutto il mondo.

Figlio “bastardissimo” dell'Hardcore e del Crust Punk, il Grindcore si è contaminato negli anni con il death, il thrash, il doom e l'elettronica, senza dimenticare insopettabili capatine ai piani alti del jazz. Certo che da “Scum” e “Reek of Putrefaction” di strada ne è stata fatta. Anzi una sorta di bivio. Da una parte le derive politicizzate e apocalittiche dei maestri Napalm Death, dall'altra quelle sanguinarie e “patologiche” generate da quella fogna fetida che prende il nome di Carcass.

Ma non solo, nel tempo la sporcizia e le velocità quasi impossibili trovano terreno fertile nella pazzia ipertecnica di band come Cephalic Carnage e nelle follie digitali di hacker impazziti come Agoraphobic Noosebled o The Locust. Se poi pensi a nomi illustri come il compositore e sassofonista John Zorn e i suoi Naked City, ecco che uno dei generi tra i più bistrattati e sottovalutati di sempre trova all'improvviso la rispettabilità che gli spetta.

Da queste parti di terreno fertile per la sperimentazione ce n'è a bizzeffe. Su questo non si discute.

Buon approfondimento!

1. Napalm Death - “Scum” (1987)

2. Brutal Truth - "Extreme Conditions demand Extreme Responses" (1992)

3. Carcass - “Reek of Putrefaction” (1988)

4. Terrorizer - “World Downfall” (1989)

5. Agoraphobic Nosebleed - “Altered States of America” (2003)

6. Napalm Death - “From Enslavement to Obliteration” (1988)

7. Naked City - “Torture Garden” (1989)

8. Anaal Nathrakh - “Hell is Hempty, and All the Devils are Here” (2007)

9. Cephalic Carnage - “Exploiting Dysfunction” (2000)

10. Nasum - “Human 2.0” (2000)


11. The Dillinger Escape Plan - “Miss Machine” (2004)

12. Repulsion - “Horrified”- raccolta dei demo e del primo LP del 1986 “Slaughter of innocent” (2003)

13. Cripple Bastards - “Misantropo a senso unico” (2000)

14. Pig Destroyer - “Prowler in the Yard” (2001)

15. Discordance Axis - “Ulterior” (1995)

16. The Locust - “Plague Soundscapes” (2003)

17. Soilent Green - “Sewn Mouth Secret” (1998)

18. Exhumed - “Gore Metal” (1998)

19. Dying Fetus - “Destroy the Opposition” (2000)

20. Anal Cunt - “40 more reason to hate Us” (1996)

Articoli correlati:

- I migliori dischi Punk

- I migliori dischi Heavy Metal della storia