Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

I migliori dischi Glam Rock

La voglia di sconvolgere e di stupire è il motore principale del Glam Rock. Stile e attitudine tra i più influenti della storia della musica, e non solo.

Qual è il primo nome che vi viene in mente? Senza dubbio quell'icona di David Bowie, ma soprattutto un manipolo di ragazzoni che nei primi anni '70 hanno unito il trucco, gli zatteroni e i vestiti sgargianti ad un mare di melodie pop, chitarrone grezze e un'attenzione maniacale per la presenza scenica.

Si potrebbero dire tante cose sul Glam Rock, a partire dal fatto che in alcuni casi l'ambiguità sessuale era solo un mezzo per lasciare un segno sull'ascoltatore. In realtà non ci si discostava troppo dal classico manuale del Rock n' roll: machismo a palate e tantissima voglia di infrangere le regole. Che si tratti di quell'alieno di Ziggy Stardust o di grandissimi maestri del Pop come Lou Reed o Marc Bolan, fino alle sperimentazioni dei Roxy Music e al testosterone sporco di rossetto del Glam Metal anni '80, una classifica e una playlist a tema capaci di far tremare le casse a suon di pianoforti, ombretto e vocine stridule. E poi dite che non vi vogliamo bene.

Buon ascolto!

 

1. “The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders of Mars” - David Bowie (1972)

2. “Electric Warrior“ - T. Rex (1971)

3. “Transformer” - Lou Reed (1972)

4. “For Your Pleasure” - Roxy Music (1973)

5. “New York Dolls” - New York Dolls (1973)

6. “Sladest” - Slade (1973)

7. “Sheer Heart Attack” - Queen (1974)

8. “Too Fast for Love” - Motley Crue (1981)

9. “Goodbye Yellow Brick Road” - Elton John (1973)

10. “A Nod is a Good As a Wink... To a Blind Horse” - Faces (1971)

 

11. “Love it to Death” - Alice Cooper (1971)

12. “Glitter” - Gary Glitter (1972)

13. “All the young Dudes” - Mott the Hoople (1972)

14. “Suede” - Suede (1993)

15. “Destroyer” - Kiss (1976)

16. “Let's Stick Together” - Bryan Ferry (1976)

17. “Something/Anything?” – Todd Rundgren (1972)

18. “Kimono My House” - Sparks (1974)

19. “Stay Hungry” - Twisted Sister (1984)

20. “The Psychomodo” - Cockney Rebel (1975)

Articoli correlati:

- Rock e Transgender: i migliori album