Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

I Migliori dischi Dubstep

  • Scritto da Silvio Maresca

dischi dubstep Questa lista di dischi è stata chiamata "classifica" ma in fondo non lo è. Le vere classifiche (quelle obiettive) si fanno sui numeri e qui numeri non ce ne sono. Dei numeri ci importa poco. Si tratta più propriamente di una manciata di dischi, a nostro parere bei dischi, che rappresentano diversi territori sonori.

Il dubstep ha una carta d'identità che sistematicamente scade e si rinnova, i segni del tempo modificano la fototessera ma i connotati restano immutati. E' impensabile piantare paletti di confine senza rischiare di lasciare qualcuno ingiustamente fuori dal recinto. Proponendovi questi titoli la nostra unica pretesa è quella di farvi viaggiare.

Si parte da Croydon (South London) con i cardinali Oliver "Skream" Jones e Adegbenga "Benga" Adejumo (ai tempi giovanissimi eredi dei pionieri El-B e Zed Bias) per arrivare ai confini del chill-step di Phaeleh, passando per il più tagliente Boxcutter. Nel pantheon non può mancare il nome dell'elusivo quanto geniale Burial, capace di rendere tenebroso anche uno xilofono per bambini. Importante anche la rappresentanza olandese: il techno-chirurgo 2562 e il talentuosissimo Martyn, entrambi centrocampisti, anelli di raccordo tra progressisti e reazionari. Il viaggio si completa con tappe a Parigi patria del docile Von D e Santa Cruz (California) base di Lorin Bassnectar. Il resto è tutto made in UK.

Come in ogni viaggio che si rispetti la monotonia è messa da parte. Le immagini che questi titoli vi lasciano sono buie, umide, fetide, criptiche, tagliate male, tagliate bene, limpide, calde, rarefatte, inebrianti. Una manciata di dischi senza dogmi, senza intoccabili, senza professori, sono tutti in gioco, tutti discutibili. Non ci resta che augurarvi buon viaggio.

PS: se qualcuno chiede di Skrillex mi avvalgo della facoltà di non rispondere.

 

- LORIN BASSNECTAR: "Motions Of Mutation" (2003)

- BURIAL: "South London Boroughs" (2005)

- BOXCUTTER: "Oneiric" (2006)

- SKREAM: "Skream!" (2006)

- BURIAL: "Burial" (2006)

- KODE9 & THE SPACEACE: "Memories Of The Future" (2007)

- BURIAL: "Untrue" (2007)

- 2562: "Aerial" (2008)

- BENGA: "Diary Of An Afro Warrior" (2008)

- HEADHUNTER: "Nomad" (2008)

- SCUBA: "A Mutual Antipathy" (2008)

- ITAL TEK: "Cyclical" (2008)

- ZOMBY: "Where Were U In 92?" (2008)

- 2562: "Unbalance" (2009)

- MARTYN: "Great Lenghts" (2009)

- PHAELEH: "Fallen Light" (2010)

- VEX'D: "Cloud Seed" (2010)

- AUTHOR: "Author" (2011)

- V.I.V.E.K.: "Eyes Down EP" (2011)

- VON D: "Daydreaming" (2011)