Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Afterhours

  • Scritto da Enrico Tallarini

afterhours Dopo aver mosso i primi passi nell’underground con un paio di dischi in inglese, la band milanese ha preso subito le redini della scena rock italiana, marchiandola a fuoco nel 1997 con quel piccolo gioiello che è Hai Paura del Buio?. Tra numerosi cambi di formazione, collaborazioni eccellenti (Mercury Rev e Greg Dulli su tutti), e lo svelato desiderio di uscire dai confini nazionali, la band di Manuel Agnelli sì è imposta come uno dei nomi di punta in fatto di rock (in) italiano, arrivando persino sul palco del Festival di Sanremo e a duettare con l’ectoplasmica Mina.

Oggi quanto mai agli Afterhours va il merito di porsi come carro trainante per la scena alternativa nazionale, soprattutto grazie al carisma e all’inventiva del suo leader. Il festival itinerante “Tora! Tora!” (sulla scia del “Lollapalooza” di Perry Farrell) e la raccolta “Il Paese è Reale” tra le iniziative più riuscite. Il resto è ancora da scrivere.

 

 

Discografia Essenziale

"Germi" (1995) / 7,5

"Hai Paura del Buio?" (1997) / 8,5

"Non è per Sempre" (1999) / 7,5

"Quello che Non c’è" (2002) / 7

"Ballate per Piccole Iene" (2005) / 6,5

"I Milanesi Ammazzano il Sabato" (2008) / 5

"Padania" (2012) / 6