Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Max Gazzè @ Reggio Emilia, 8 Aprile 2016

  • Scritto da Enrico Tallarini
max_gazzè_reggio_emilia
Il “Maximilian Tour” di Max Gazzè, tra un sold out e l'altro, fa tappa stasera al PalaBigi di Reggio Emilia, per una delle ultime uscite italiane prima di partire alla conquista dell'Europa.
Il Palasport reggiano è piuttosto affollato, pieno di un pubblico quantomai eterogeneo e pronto a lasciarsi travolgere dalle note del cantautore romano.

Sono le ventuno e trenta: si spengono le luci, parte un boato e il quintetto entra in scena sulle note di “Mille Volte Ancora”, apertura anche dell'ultimo album “Maximilian”, con Gazzè in piedi in fondo alla scena, libero dal basso a cantare di fronte a un'imponente scenografia di visual interattivi e giochi luminosi.

Arrivano poi “Megabytes” e “I Tuoi Maledettissimi Impegni”, con Gazzè che finalmente imbraccia il suo basso elettrico e si posiziona al centro del palco.

In scaletta “Il Timido Ubriaco”, “Il solito sesso”, ”Cara Valentina”, “Sul Fiume”, “Raduni Ovali”, “La favola di Adamo ed Eva”, “L’uomo più furbo”, “Mentre Dormi”, “La Vita Com'è”, per oltre due ore di uno show assolutamente coinvolgente, divertente e suonato alla perferzione.

Pop, rock, elettronica, testi mai banali e un'innata capacità di intrattenere il pubblico, con alle spalle un'ottima band (Giorgio Baldi alle chitarre, Clemente Ferrari alle tastiere, Cristiano Micalizzi alla batteria, e Max ‘Dedo’ De Domenico ai fiati) e una scenografia che si adatta e valorizza ogni canzone.

Il bis è un salto indietro nel tempo, nel 1996, per festeggiare i venti anni trascorsi dall'uscita del primo album di Gazzè “Contro un'onda del Mare”; c'è spazio poi anche per “Vento d'Estate”, per il divertente siparietto di “Sotto Casa” e “Una Musica Può Fare”, che sigillano una serata perfetta.

Tutti a casa, canticchiando e con il sorriso tra le labbra.