Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Francesco De Gregori @ Assisi (PG), 03 Maggio 2013

de gregoriUn concerto strepitoso, di gran classe e generoso quello tenuto da Francesco De Gregori al Teatro Lyrick di Assisi, ennesima tappa del tourSulla Strada”, con cui il cantautore romano sta portando in giro le nuove canzoni di una storia musicale lunga oltre quarant'anni.

Una serata da incorniciare, per un teatro ad un passo dal sold out e una platea in fibrillazione, che assiste rapita e riempie ogni silenzio con vagonate di applausi.

E a De Gregori bastano due note per fare venire giù un teatro. “La Donna Cannone”, “Viva l'Italia”, “Generale”, “La Storia”, “Titanic”, “Rimmel”: la storia della nostra canzone a un palmo dal naso, scagliata dritta in faccia da una band (la stessa da tempo e in stato di grazia) e da una voce che migliora con gli anni, invecchiata e viva e consapevole della sua potenza, che arriva e ribalta anche l'ultima poltroncina.

Principe e band elegantissimi e rigorosamente in nero, occhiali scuri e l'immancabile cappello, per una scenografia fumosa e minimale, dylaniana, ideale per amplificare un suono e un tocco d'altri tempi.

Sulla Strada”, “Passo d'uomo”, “Belle époque” e una “Guarda che non sono io” da brividi scavano nel presente e danno il via libera alle danze, prima che venga il turno di “aprire la gioielleria”, come annuncerà scherzosamente lo stesso De Gregori in un tripudio di sorrisi ed applausi.

Rock, blues, ballate al piano e arrangiamenti luccicanti e nuovi di zecca, per un artista costantemente “in progress” e “sulla strada”, tanto per rievocare l'inevitabile fantasma di Dylan.

Non si adagia mai De Gregori, e spinge in più momenti l'acceleratore, con in pugno una scaletta perfettamente calibrata tra spinte e carezze, passato e presente. “Atlantide”, “Bellamore”, “Tempo Reale”, “Battere e Levare”, una stravolta e grandiosa “Vai in Africa, Celestino!”, per oltre due ore da godere in ogni parola, in ogni sfumatura.

Una breve pausa a metà serata e si riparte: “Sempre e per Sempre”, “Santa Lucia” e il fischiettato omaggio a Lucio Dalla in coda, “Bambini Venite Parvulos” e il gran finale con “Rimmel”, “Buonanotte Fiorellino” e la dolce melodia di “Showtime” a mettere il sigillo, dopo due bis, a una grande serata, che continuerà a lungo nella testa e nelle orecchie di chi l'ha vissuta.

Sulle labbra un sorriso ebete che difficilmente se ne andrà via. E scusate se è poco.

Articoli Correlati:

Francesco De Gregori: le date del Tour 2013

Francesco De Gregori @ Senigallia (AN), 22 Ottobre 2011

I Migliori Cantautori Italiani