Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Brian Eno, 77 Million Paintings for Palazzo Te

  • Scritto da Enrico Tallarini
brian_eno_mantova
brian_eno_mantova - brian_eno_mantova
È una Mantova calda e afosa ad accogliere Brian Eno, in città per due installazioni in anteprima italiana (“The Ship” e “77 Million Paintings”) negli spazi di Palazzo Te. Ed è un Brian Eno visibilmente scioccato e amareggiato dal sì alla Brexit quello che ci troviamo di fronte in conferenza stampa, che lancia anche un appello europeista consigliando caldamente di non imitare l'errore che la “sua” Inghilterra ha appena commesso.

Cosa che ripeterà anche nella cerimonia di consegna del Premio Arlecchino d'Oro, quest'anno assegnato al grande artista inglese, all'aperto di fronte al pubblico che affolla il Giardino dell'Esedra di Palazzo Te.

Come già accennato, Eno ha regalato a Mantova, Capitale Italiana della Cultura 2016, due diverse opere, studiate e ideate per gli spazi di Palazzo Te: l'installazione sonora “The Ship” e l'inedito progetto di visual art “77 Million Paintings”.

Partiamo da “The Ship”, installazione a trecentosessanta gradi basata su una traccia dell’ultimo album di Brian Eno, e allestita attraverso il posizionamento specifico di luci e sorgenti audio nelle stanze delle Fruttiere, a esplorare il rapporto tra composizione musicale e ambiente, per un viaggio sensoriale interessante e stimolante.

È al calare del sole invece che Mantova si colora e ridipinge grazie a “77 Million Paintings”, incredibile progetto di visual art che, grazie a un software studiato da Eno, proietta una combinazione di immagini in continuo mutamento sulla facciata rinascimentale di Palazzo Te, creando una spettacolare installazione luminosa, in una successione e forma (quasi) mai ripetibili, con più di 70 milioni di combinazioni.

C'è poco da aggiungere. Siete ancora in tempo. Provare per credere.