Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Migliori Libri Stranieri del 2012

Puntuali come la fine del mondo che potrebbe abbattersi da un momento all'altro su persone fisiche e webzine, eccoci a sfidare ancora una volta la sorte con il fatidico appuntamento all'insegna dei pericolosissimi listoni di fine anno.

Da qui ai primi di Gennaio vi ritroverete catapultati in una dimensione fatta di nomi, cognomi, specialoni e classifiche. Dalla musica al cinema, dai libri ai concerti più belli, un viaggio di sola andata a ritmo di polemiche e minacce di morte nei nostri confronti.

Quella che trovate qui di seguito è la lista dei migliori libri stranieri del 2012 (pubblicati in Italia) secondo la piccola redazione de Gli Osservatori Esterni. Il nostro personalissimo punto di vista sui libri più belli dell'anno.

Buona spulciata e felice approfondimento!

 

1. “Joseph Anton”, di Salman Rushdie (Mondadori)

2. “Il tennis come esperienza religiosa”, di David Foster Wallace (Einaudi)

3. “Più lontano ancora”, di Jonathan Franzen (Einaudi)

4. “Una specie di solitudine, I diari”, di John Cheever (Feltrinelli)

5. “Proprietà privata” di Richard Yates (Minimum Fax)

6. “Daniel contro l'uragano” di Shane Jones (Isbn Edizioni)

7. “Stoner” di John Williams (Fazi)

8. “1Q84. Libro 3” di Haruki Murakami (Einaudi)

9. “Storia di un corpo” di Daniel Pennac (Feltrinelli)

10. “Il condottiero”, di Georges Perec (Voland)

11. “Il senso di una fine” di Julian Barnes (Einaudi)

12. “La meccanica del cuore”, di Mathias Malzieu (Feltrinelli)

13. “Guardami”, di Gennifer Egan (Minimum Fax)

14. “Miele”, di Ian McEwan (Einaudi)

15. “L’età inquieta. Racconti del terrore” di Anna Starobinec (Isbn Edizioni)

16. “Rosa candida”, di Auður Ava Ólafsdóttir (Einaudi)

17. “Romanzieri ingenui e sentimentali”, Orhan Pamuk (Einaudi)

18. “Caduto fuori dal tempo”, David Grossman (Mondadori)

19. “Carte inaspettate”, di Julio Cortázar (Einaudi)

20. “In una sola persona”, di John Irving (Rizzoli)