Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Monsieur Gustavo Biscotti: Rabid Dogs

  • Scritto da Simone De Maio
biscotti
biscotti - biscotti

È ritornata sulla scena musicale italiana la band mantovana, attiva dal 2005, che ha scelto un nome singolare Monsieur Gustavo Biscotti e a inizio 2017 ha pubblicato il terzo album, intitolato “Rabid Dogs”, titolo che deriva dalla traduzione in inglese di uno dei migliori film del regista Mario Bava intitolato Cani Arrabbiati del 1974. L’album è pubblicato da una serie di etichette discografiche nazionali e internazionali: Annoying Records, Frammenti Di Un Cuore Esploso, È Un Brutto Posto Dove Vivere, Sonatine Produzioni e la polacca Antena Krzyku. La band, composta da Paolo, Giandomenico, Filippo, Lorenzo e Jacopo, propone un sound misto tra noise, tendente ai Jesus Lizard e Shellac, e post-hardcore, come Fugazi e At The Drive In.

I Monsieur Gustavo Biscotti propongono sette brani potenti, aggressivi, schizzanti e irrequieti. La traccia di apertura è la grintosa ‘Louis’Wine’, un biglietto da visita importante dai tratti decisi, composto da chitarre e percussioni energiche, che introduce l’ascoltatore, quasi in medias res, nel distorto mondo della band. Segue ‘Little Bastard’ brano dall’anima post-punk che sembra percorrere il solco, in maniera più ritmica, creato dai Protomartyr. I pezzi successivi si susseguono velocemente sino all’ultimo intitolato ‘Johnny Glamour’, omaggio al personaggio creato dal trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo per la trasmissione Mai dire Gol, segnato da quella energica potenza che la band ci ha donato in questi diciannove minuti con tutti gli strumenti fortemente distorti che chiudono l’intera composizione.

Figli diretti di Ian MacKaye e dei Jesus Lizard i Monsieur Gustavo Biscotti presentano un album che è contemporaneamente selvaggio e tecnico frutto della loro buona abilità di unire velocità e sound tecnico. “Rabid Dogs” è un disco fortemente sentito e voluto dai componenti che – come da loro stessi dichiarato – hanno registrato e migliorato più volte le tracce prima di presentale al loro pubblico, dimostrando così di essere capaci di superare, anche in futuro, i limiti precedenti.