Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Lady Maciste – LAUT

  • Scritto da Simone De Maio
lady maciste
lady maciste - lady maciste
Il duo Lady Maciste, dopo due anni di produzione, è riuscito a sintetizzare il lavoro in sei brani e in ottobre pubblica il primo EP, intitolato “LAUT”. La band, composta dai fratelli Gian Luca Parma (chitarra, voce) e Roberto Parma (batteria), nasce dalle ceneri degli aKemi, da cui questo nuovo progetto si distacca attraverso un significativo cambiamento contraddistinto da un sound diretto e granitico. Gli unici strumenti protagonisti dell’EP sono la batteria e la chitarra, che si duplica nell’ampli per il basso in modo da conferire corposità al suono sino a coprire tutto lo spettro sonoro.

Negli ultimi anni si sono formate numerose band che hanno compiuto la scelta stilistica di rimanere composte solamente da chitarra e batteria, come per esempio gli SDANG! e i Rinunci a Satana?. Ciò che distingue il duo romagnolo è di essere riuscito a diversificare il sound dei brani che compongono l’EP virando verso sonorità multiformi seppure eterogenee.

“LAUT” propone sei canzoni caratterizzate da un sound power rock tendente a sfumature stoner e psichedeliche. L’EP percorre atmosfere aride e grevi che sembrano provenire dal deserto, ne è la prova la traccia d’apertura, intitolata ‘Bruto’, in cui il riff della chitarra e il drumming massiccio della batteria cooperano creando sonorità stoner blues. ‘Devil is my bride’ è un travolgente brano dall’anima psichedelica, in cui riecheggiano gli Sleep, capace di creare un’atmosfera onirica. Conclude l’EP ‘Just a kid’, canzone dal ritmo frenetico e dall’atmosfera malinconica che verso la conclusione conduce a una situazione intimista scandita dalla batteria e dalla chitarra in acustico.

I Lady Maciste sembrano provenire dalla California e, infatti, questo loro primo EP potrebbe appartenere ai numerosi album registrati al Rancho De La Luna di Joshua Tree. In conclusione “LAUT” è certamente un buon inizio sul quale la band può porre le fondamenta per le produzioni future.