Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Brunori Sas: "Vol. 1"

  • Scritto da Orasputin

brunori sasViaggio nostalgico all’insegna del cantautorato italiano

Perché un calabrese con la voce uguale a Rino Gaetano e due semplici giri di chitarra dovrebbe aggiudicarsi il Premio Ciampi 2009? La risposta sta nell’incredibile dose di sincerità che caratterizza questo “Brunori Sas Vol. 1”, uno dei dischi più belli di un altrettanto prolifico 2009 italiano. Responsabile del progetto, un cantastorie cosentino dal look stravagante: Dario Brunori.

Ironia a parte, siamo al cospetto di nove canzoni che creano un ponte diretto con l’Italia per bene degli anni ‘80-‘90, quella sempreverde targata Novella 2000, l’Italia magica di Pertini e Bearzot. Musicalmente l’omaggio è ai cinquant’anni di cantautorato italiano, ma occhio alle nuove melodie folk di matrice internazionale. Il fattore in più è sicuramente la dose di grinta che mette in moto le canzoni; energia velata da momenti sussurrati, a tratti emozionanti. Quanto il cantato di Dario s’incazza, riemerge il fantasma di Rino, ma le sensazioni non cambiano.

Soprattutto a livello di testi, siamo sulle medesime frequenze di leggerezza visionaria. La copertina del disco, che rievoca visioni d’infanzia, accompagna viaggi musicali che dalla tenera età ci traghettano prima all’alienazione dei venti, poi alla crisi d’identità dei trenta. Molte delle storie risultano autobiografiche, dal vento estivo di “Italian Dandy” all’epicità rurale di “Nanà”. “Come Stai”, “la frase d’esordio del mondo”, ha delle liriche incredibili e un incedere molto Kings Of Convenience. “Guardia ‘82” è una delle canzoni più belle del nuovo cantautorato italiano, struttura musicale classicheggiante e una storia d’amore tra mutandine, falò e birra Peroni.

Così, tra una preghiera a Padre Pio e castelli di sabbia, si consuma il viaggio di Brunori all’insegna di un Italia campagnola e incontaminata, vecchia e superata. Ma soprattutto un’Italia bella e sincera. Disco consigliatissimo.

Voto: 7

 

Info:

Pippola Musica, 2009

Songwriter

 

Tracklist

01. Il pugile

02. Italian dandy

03. Nanà

04. Paolo

05. Come stai

06. Guardia '82

07. L'imprenditore

08. Di così

09. Stella d'argento