Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Alberto Bazzoli - L'Organo EP vol. 1 (recensione)

  • Scritto da Orazio
l'organo
l'organo - l'organo

Vintage e visionario allo stesso tempo, con una cura maniacale per i dettagli, sia estetici che musicali. Questo e tanto altro è “L’Organo EP vol.1”, l’esordio sulla lunga distanza del polistrumentista forlivese Alberto Bazzoli, classe 1990.

4 brani che sono un omaggio al mondo delle sonorizzazioni e della musica strumentale degli anni ’60, registrati nel paradiso de L’Amor Mio Non Muore, studio di registrazione ultravintage di cui mister Bazzoli è co-fondatore.

4 brani che avrebbero fatto la gioia dell’Elio Petri più distopico (quello de “La Decima Vittima”) ma anche dell’Antonio Pietrangeli di “Io La Conoscevo Bene”, capolavoro di un cinema visionario in bianco e nero ma fortemente attuale ancora oggi (che è un po' la metafora di questo esordio discografico).

Sonorità sexy, sbarazzine, accelerazioni western, incursioni orientali. Il tutto suonato e registrato come dio comanda.

Un ep per i cultori del genere e non solo. Un’autentica chicca.

Brani preferiti: “Western, No.1” e “Chinese Groove”.