Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

PRIMUS: Green Naugahyde

  • Scritto da Marco Tonelli

primus nuovo album Ha ragione Simon Reynolds, “Retromania” è la malattia di questi ultimi anni. Riesumazioni di gruppi e artisti con poco da dire, tour mastodontici in cui vecchie cariatidi agitano il fantasma di loro stessi, unico obiettivo far cassa per garantirsi una “dignitosa“ pensione. In pensione Les Claypool non c’è mai andato: ha continuato a calcare i palchi di mezzo mondo distribuendo assoli di basso e bizzarri virtuosismi. Ascolti “Pork Soda” o “Sailing the Sea of Cheese” e tutto quello che desideri è l’eterna giovinezza per lui e suoi compagni. L’attesa per il ritorno dei Primus a tredici anni dal discreto “AntiPop” mi aveva entusiasmato, l’ascolto di “Green Naugahyde” deluso.

Tredici canzoni e un solo pensiero: pensione, triste ma necessaria. Se i Primus di “Pork Soda” scuotevano le pareti celebrali a furia di bassi slappati e atmosfere surreali, quelli di “Green Naugahyde” paiono la triste copia della copia, la cover band degli Hot Head Show. Tutto quello che potete immaginare di un disco dei Primus, “Green Naugahyde” ce l’ha. Volete il funk da cartone animato, volete atmosfere da vaudeville surreale, volete testi non sense e una voce farfugliante? Tutto questo lo senti in abbondanza, ma suonato con poca voglia e inventiva, e l’inventiva per i tre californiani è tutto. Non bastano i virtuosismi o gli effetti di basso per evitare lo sbadiglio (“Tragedy’s A Comin”). Un continuo rimestare nel calderone, dal non-sense delle linee vocali (che di grottesco hanno solo il tentativo di imitare il passato) fino alla psichedelia meccanica e compulsiva di “Last Salmon Man” e “Hennepin Crawler”. Volete il solito LSD sonoro da cartone animato (“Eternal Consumption Engine”) e lo avrete, volete i riffoni per pogare nella polvere (“HOINFODAMAN”), eccoli serviti. Un brutto best of di una gloriosa carriera.

Voto: 5

 

Info:

Prawn Song, 2011

Crossover

 

Tracklist:

1- Prelude To a crawl

2- Hennepin Crawler

3- Last Salmon Man (Fisherman’s Chronicles, part IV)

4- Eternal Consumption Engine

5- Tragedy’s A ’Comin

6- Eyes of The Squirrel

7- Jilly’s On Smack

8- Lee Van Cleef

9- Moron Tv

10- Green Ranger

11- HOINFODAMAN

12- Extinction Burst

13- Salmon Man