Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

J Mascis: "Several Shades of Why"

  • Scritto da Joshuapibody

j mascis several shades of why Sembrava una di quelle voci che girano di tanto in tanto nel mondo dell’indie rock americano, invece il disco acustico e senza batteria di J Mascis (voce e premiato produttore di riff distorti nella celeberrima fabbrica di rumore Dinosaur Jr) ha preso vita. Con lui un nutrito parterre di complici, da Kevin Drew dei Broken Social Scene a Pall Jenkins dei Black Hearth Procession, passando per membri dei Silver Mount Zion e tanti altri.

Al centro di queste dieci canzoni, pero non ci sono solo i brevi e intensi apporti di violino, seconda voce e chitarra del gotha dell’indie folk americano, ma la voglia del giovane dinosauro di rompere il muro del suono, tirare fuori dolci arpeggi di chitarra per arrivare un passo ancora più vicino al suo idolo di sempre, sua maestà dei boscaioli Neil Young.

Come un buon libro chiede di essere letto, "Several Shades of Why" chiede di essere ascoltato. Sfogli le pagine e ti ritrovi ad ascoltare dolci paesaggi sonori intrisi di atmosfere bucoliche evocati dal duetto chitarra e violino. Sentirti sussurrare cose grandi che non si riescono a dire, per perderle tra i riverberi dell’oblio di un sogno sixties anglosassone. Evocare il Neil Young di "Harvest" per dire che sì nonostante tutto possiamo andare oltre, quello che abbiamo non ci basta e non ci deve bastare per far andare tutto per il verso giusto almeno stanotte, in direzione Nick Drake e Fairport Convention. Cavalcare un solo di chitarra elettrica trasportati dal vento folk americano di ieri e di oggi, andando nel posto dove tu sei e dove io voglio stare senza avere le parole per dirlo, e allora che sia la musica a parlare. Musica che spesso sostituisce il lavoro delle parole che non riescono e non devono dire quello che succede nel profondo dell’anima, rievocato con scenari sonori filtrati attraverso una certa sensibilità grunge, alla quale Mascis con i suoi Dinosauri Jr ha donato idee e intenzioni sonore.

Niente di nuovo sul fronte angloamericano, ma fa piacere vedere la capacità di un artista di rompere il muro non solo sonoro che aveva eretto negli anni. Piccoli scorci sulle sue profondità acustiche e caratteriali.


Voto: 7,5

 

Info:

Sub Pop,  2011

Songwriting/ Folk

 

Contatti: http://www.myspace.com/jmascis



Tracklist:

01. Listen to Me

02. Several Shades of Why

03. Not Enough

04. Very Nervous and Love

05. Is it Done

06. Make it Right

07. Where are You

08. To Deep

09. Can I

10. What Happened