Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Nocturno (Tony Sandoval)

nocturno Amore, morte e risurrezione, ingredienti fondamentali di una storia con la S maiuscola, di quelle che ti tengono incollato alle pagine. “Nocturno” entra di diritto in quella categoria? Non proprio, ma andiamo per ordine.

Il graphic novel dell'autore messicano Tony Sandoval, edito in Italia dalla sempre attenta casa editrice Tunuè, è un'immersione a tratti affascinante in una dimensione epica popolata da eroi tormentati, grandi amori, e tanta musica heavy metal. Un viaggio oscuro e dark in una narrazione che fa del romanticismo il suo tratto saliente, del continuo passaggio tra inconscio, sogno e realtà il suo terreno di coltura e della violenza il suo pane quotidiano.

E' un percorso simbolico e iniziatico quello di Seck Night, giovane e solitario cantante heavy metal in contatto perenne con lo spirito del padre morto dieci anni prima. Un rapporto costante che lo porterà a scappare dalla sua famiglia verso un futuro fatto di musica (l'incontro con Red vecchio amico d'infanzia e la sua metal band Krateus) e di Karen, giovane giornalista con cui iniziera una storia d'amore indissolubile.

Poi è il tempo della morte (apparente), della risurrezione e del risveglio di “Nocturno”, la parte più oscura e violenta del giovane Seck. Una personalità prima involontaria, poi accettata e resa parte indivisibile. Infine il ritorno nel mondo dei vivi, l'incontro con Karen e la fine di un percorso tormentato che lo porterà ad accettare se stesso e a ritrovare l'amore perduto. Una relazione ormai mutata, forse finita, ma destinata a protrarsi per un ultimo e infinito attimo. Un concentrato di sentimenti, epica guerriera, sogno e realtà.

Tanta carne al fuoco capace di attrarre l'attenzione ed allo stesso tempo di stancare facilmente a causa di un racconto complesso e a volte inconcludente con soluzioni narrative talvolta banali e inserite in maniera superficiale. Una maggiore attenzione alla psicologia dei personaggi sarebbe stata cosa gradita, a partire dal protagonista tratteggiato in maniera un po' troppo stereotipata, soprattutto nel suo inconscio, reso in maniera confusa e superficiale. In storie e caratteri di questo tipo è facile cadere nel gia visto, “Nocturno” prova ad uscirne indugiando nel continuo passaggio tra ambiente onirico e reale, non sempre in maniera perfetta, ma quando ci riesce affascina e stupisce.

I momenti migliori sono donati dagli artwork e dai disegni, immaginifici, oscuri e ricchi di una potenza espressionista senza pari. Il sapiente alternarsi tra i dialoghi e le tavole mute dona alla narrazione un giusto livello di pathos capace di tenere desta l'attenzione. Non un capolavoro, ma neanche un passo falso, destinato ad essere consumato ed apprezzato dagli estimatori del genere. Gli altri stiano alla larga.

Voto: 6

 

Info:

Soggetto, sceneggiatura e disegni di Tony Sandoval,

edito da Tunué nella collana Prospero's Book, 2012, pagine 220, Tavole a colori e bianco e nero

prezzo: 22 Euro