Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

I migliori fumetti internazionali del 2013

  • Scritto da Marco

Lo so, ci avete sperato fino all'ultimo, ma anche quest'anno è arrivato il momento dell'odiatissimo listone di fine anno. Nonostante i vostri improperi e bestemmie, ve lo dobbiamo dire: quella del 2013 è stata un'annata straordinaria, ricca di grandi sorprese e meravigliose conferme.

A partire da quel gioiellino di “Il Nao di Brown”, capace di aggiudicarsi il primo e ambitissimo posto. Un piccolo capolavoro di sperimentazione grafica e lirismo narrativo, destinato ad incantare dalla prima all'ultima pagina. Senza dimenticare quel geniaccio di Brian K. Vaughan che con il secondo volume della miniserie “Saga” ha sconvolto tutti con le sue vicende a metà tra fantascienza e drammone sentimentale. Infine non mancano le straordinarie testimonianze dell'ottimo stato di salute del fumetto europeo e di quello asiatico, senza dimenticare la presenza “ingombrante” del cosiddetto “fumetto di realtà”, capace ancora una volta di raccontare  con estrema intelligenza e delicatezza il mondo che ci circonda.

Dieci nomi, dieci piccoli capolavori della nona arte. Buona spulciata!

10- “La proprietà” di Rutu Modan, Rizzoli Lizard

9- “Il Saldatore Subacqueo” di Jeff Lemire, Panini 9L

8- “Un lavoro vero” di Alberto Madrigal, Bao Publishing

7- “Diario del Cattivo Papà” di Guy Delisle, Rizzoli Lizard

6- Battling Boy (vol 1) di Paul Pope, Bao Publishing

5- “Verso una nobile morte” di Shigeru Mizuki, Rizzoli Lizard

4- “Opus” di Satoshi Kon, Planet Manga

3-“Hawkeye” di Matt Fraction, David Aja, Panini Comics

2- “Saga” (vol. 2) di Brian K. Vaughan & Fiona Staples, Bao Publishing

1- “Il Nao di Brown” di Glyn Dillon, Bao Publishing

Leggi qui per la classifica migliori fumetti italiani del 2013!