Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Barbie Killer: quando Barbie uccide Ken

  • Scritto da Giulia Zanfi

Dimenticate l’immagine di Barbie come donna devota al suo Ken. Ora Barbie si è stancata e di Ken ne ha abbastanza. Niente baci, coccole e carezze: solo violenza, sadismo e perversione.

È così che la fotografa autodidatta Mariel Clayton ha distorto la figura della bambola Mattel. Non più angelo del focolare, ma donna decisa (e sexy) che non si fa mettere i piedi in testa da nessuno, nemmeno dal suo fidanzato.

“Non riesco a spiegare come funziona la mia mente, o perché mi vengono queste idee”, ha scritto la Clayton sul suo blog, “Tutto è iniziato con una macchina fotografica e un grande interesse per la fotografia di viaggio. Mi sono trovata quasi per caso in un negozio di giocattoli a Tokyo ed qui che ho sviluppato un’idea di mondo surreale, fatto di bambole che prendono vita”.

La fotografa ha così ricostruito nei minimi particolari alcuni set che hanno come protagonista una Barbie spietata e senza limiti che si diverte ad uccidere Ken con qualsiasi mezzo a propria disposizione.

Con i suoi scatti, Mariel Clayton racconta delle storie. Di certo non con il lieto fine, ma sempre storie sono.

“Il mio lavoro non è per tutti, lo so, ma a me piace”, ha affermato.