Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

David Cronenberg contro Stanley Kubrick

  • Scritto da Anita
cronenberg contro kubrickDavid Cronenberg sbotta: “Kubrick non capiva nulla di horror e Shining non è un gran film”. Così il regista canadese dichiara lapidario in una recente intervista al Toronto Star. Le parole di Cronenberg arrivano in occasione dell’apertura della mostra “Cronenberg: Evolutions”, con cui il Toronto International Film Festival ha omaggiato la carriera del regista del recente Cosmopolis.

Non contento, rincara la dose:
"Credo di essere un regista molto più intimo e personale di Kubrick. Lui non ha mai capito veramente il genere horror ed ecco perché trovo che “Shining” non sia un grande film. Non credo che Kubrick avesse capito fino in fondo ciò che stava facendo. Il libro era pieno di immagini suggestive ma lui non credo che le abbia sentite veramente."

Ma l'acredine nei confronti di quello che è considerato tra i maggiori cineasti della storia del cinema non si ferma alla singola pellicola e va oltre:
“In un modo strano, nonostante sia venerato come un artista del cinema ad alto livello, credo che la sua mente fosse guidata molto più dall’aspetto commerciale, e cercasse qualcosa che avesse appiglio e potesse essere finanziato. Credo fosse veramente ossessionato da tutto questo, in un modo in cui io non lo sono. O in cui non lo erano neanche Bergman o Fellini.”

Sincera avversione o solo studiata provocazione? Di certo queste parole faranno discutere. E il povero Kubrick non è certo nella posizione di poter replicare.