Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

OASIS: (What's The Story) Morning Glory?

Il Brit-Pop nasce in Gran Bretagna all'inizio dei 90's come figlio primogenito dell'indie-rock, dal quale eredita un'impostazione rock miscelata insieme ad un'elevata dose di pop, il tutto condito con il solito fascino della musica british.

Album come "Parklife" dei Blur e "Different Class" dei Pulp, innalzarono il brit-pop all'attenzione del mondo, definendolo di fatto come un nuovo, orecchiabile e redditizio alter ego del pop-rock. E' però grazie ad un disco in particolare che questo genere riesce a consacrarsi definitivamente: "(What's The Story) Morning Glory?", prodotto dagli Oasis nel 1995. Forse anche grazie alla spinta della famosa band battle mediatica contro i Blur, di cui stampa e media ne amplificarono gli effetti, gli Oasis crearono una vera pietra miliare nella storia della musica moderna: dai primi singoli, "Some Might Say" e "Roll With it", i risultati furono immediatamente positivi, in termini di critica, di vendite e di pubblico, il quale cominciò a idolatrare i nuovi dei della scena rock made in Great Britain, decretando la loro vittoria nella battaglia del BritPop, consacrata dalle evergreen "Wonderwall" e "Don't Look Back In Anger", canzoni che hanno il merito non solo di aver lanciato il disco alla vertiginosa quota delle 25 milioni di copie vendute worldwide, ma anche di esser ancora, tutt'oggi, le rappresentatrici immortali di un intero movimento musicale.

"(What's The Story) Morning Glory?" fonda il suo meritatissimo successo su semplici giri di accordi maggiori esaltati da una chitarra, beatamente suonata dalla mente realizzativa della band, Noel Gallagher, estremamente limpida anche se in distorto, in grado di accompagnare armoniosamente le linee vocali, impersonificate dal marcato accento cantato di Liam Gallagher, a tratti rudi come in "Morning Glory", e più spesso appositamente melodiche, ma non melense, come in "Cast No Shadow".

La notorietà acquisita grazie a questo album fu talmente ampia e potente da consegnare agli Oasis la nomination come nuovi fenomeni musicali della musica britannica, etichettati da taluni come i nuovi Beatles, viste anche le numerose influenze verso la storica band di Liverpool, in primis lo stile lirico di Liam e il look della band, decisamente anni '60, e il ruolo di nuove icone del Pop Rock ai non troppo tranquilli fratelli Gallagher.

6 singoli estratti, 2 swampsong strumentali, brevi e concisi assoli di chitarra, melodie vocali talmente emozionanti, sono solamente alcune fra le tante qualità di questo album, il quale merita sicuramente un ascolto profondo da ogni amante della musica, oltre che lo scettro, indiscutibile, di capolavoro del Brit Pop.

Info:

Creation, 1995

Brit-Pop

 

Tracklist:

1. Hello

2. Roll With It

3. Wonderwall

4. Don't Look Back in Anger

5. Hey Now!

6. [the Swampsong]

7. Some Might Say

8. Cast No Shadow

9. She's Electric

10. Morning Glory

11. [the Swampsong]

12. Champagne Supernova