Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

ARCADE FIRE: Funeral

  • Scritto da Orazio Martino

arcade fire funeral Tra i più importanti innovatori di linguaggi musicali degli anni duemila, impossibile non menzionare i canadesi Arcade Fire, nella fattispecie quel gioiellino di malinconia e orchestrazioni che di nome fa "Funeral".

Partorito nel 2004, divenuto subito il beniamino dell' opinione pubblica in rete, l'album d'esordio del collettivo capitanato da Win Butler offre un incredibile spaccato di pop struggente e innovativo, che gioca sul pathos e l'equilibrio di melodie per esplodere in una vena epica con pochi rivali in circolazione. Maestosità sonora in grado di trasformare qualsiasi cavalcata in un momento indimenticabile, stratificare arrangiamenti cogliendo sfumature e colori, cospargere di senso di ballabilità un tappeto irto di shoegaze etereo e funk extraterrestre. Il pop plastificato di Ziggy Stardust e la mentalità da jam session dei Roxy Music, il senso di groove dei Talking Heads e la lezione indie rock dei memorabili Pixies.

Un concept sul tema della morte baciato da cavalcate indimenticabili ("Neighborhood #1" e "2") e canzoni che ti ritrovi (da anni) a cantare a squarciagola (Neighborhood #3), folate magiche di archi ("Crown Of Love") e ballate da cattedrale dell'indie rock (il capolavoro "Wake Up").

Il giro di basso di "Rebellion (Lies)" aggiorna la lezione pop rock anni Ottanta, che dagli U2 di "Joshua Tree" si evolve in un finale eroico frutto di una stratificazione sonora calibrata e costante. Marchio di fabbrica che porterà la giovane band a partorire una doppietta di album dall'indiscutibile spessore tecnico ed emozionale, l'oscuro e sperimentale "Neon Bible" e l'ultimo, solare "The Suburbs". Troppo facile emozionarsi con lavori di questo calibro.

Voto: 8

Info:

Merge Records, 2004

Indie rock

Tracklist:

1. Neighborhood #1 (Tunnels)

2. Neighborhood #2 (Laika)

3. Une Annee Sans Lumiere

4. Neighborhood #3 (Power Out)

5. Neighborhood #4 (7 Kettles)

6. Crown Of Love

7. Wake Up

8. Haiti

9. Rebellion (Lies)

10. In The Backseat