Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Source Code (D. Jones)

source code locandinaTornare indietro nella storia è chiodo fisso del cinema. Grazie ad esso diventa possibile diluire le vicende nel tempo, nello spazio e sopratutto creare una molteplicità di identità a partire dallo stesso personaggio, avendo così la possibilità di incrementare le soluzioni narrative a partire dallo stesso contesto.

In questo "source code" accade poco altro. Un nobile soldato deceduto in missione che diventa parte di un progetto governativo per tornare indietro nel tempo e scongiurare stragi, complotti e atti di terrorismo. Nel mentre il protocollo hollywoodiano vuole una storia d'amore, l'ineluttibilità del tragico ruolo del soldato e il senso del dovere dell'eroe nei confronti della collettività.

Sembra evidente come tutto il film giochi solo su queste variabili viste e riviste in decenni di filmografia fantascientifica. La sola particolarità è che il capitano Colter (Jake Gyllenhaal), tornato indietro in una stessa mattinata, si ritrova su un treno ad alta velocità e ha solo 8 minuti per agire prima di tornare nel presente, in quanto 8 minuti è il source code disponibile per tornare nel passato. Otto soli minuti su rotaia che diventano il vero punto di forza del film, rendendo frenetici i viaggi temporali e conferendo così al thriller un ritmo coinvolgente e ben scandito in rapporto ai (pochi) colpi di scena del film.

Naturalmente questa sola idea non basta a dare al tutto il carattere dell'unicità e a rendere la vicenda interessante al di fuori dagli sbalzi temporali. Altro fattore limitante è la poca attenzione riservata agli altri personaggi. Nessuno dei presunti terroristi presenti sul treno sembrano infatti particolarmente influire sulla trama, essendo solo tristi comparse in una storia tracciata su un unico binario. Un viaggio in solitudine nella testa del protagonista che viaggia in solitario avanti e indietro nel continuum temporale e a volte fa sentire di troppo perfino lo spettatore.

Alla fine del viaggio si ricordano solo un paio d'ore di puro intrattenimento a 250km/h ma una volta a terra poche stazioni da ricordare.

Voto: 6

Info Film:

regia di Duncan Jones USA, Francia 2011 Con Jake Gyllenhaal, Michelle Monaghan, Vera Farmiga, Jeffrey Wright, Brent Skagford durata 93 min  Fantascienza