Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

(500) Giorni Insieme (M. Webb)

  • Scritto da Gli Osservatori esterni

500 giorni insieme locandina

500 giorni insieme locandina
E in effetti come titolo suggerisce, avessero fatto un docufilm sull’attrice americana, già nota per "E venne il Giorno" o "Guida galattica per Autostoppisti" probabilmente i risultati sarebbero stati meno scarsi, sicuramente più appetibili…perlomeno per i voraci della gnocca.

Tom Hansen (Joseph Gordon-Levitt) lavora per un’azienda di biglietti di auguri ideando frasi per tutte le occasioni. Un giorno, 8 gennaio, viene assunta in ufficio una nuova segretaria, Sole Finn (Zooey Deschanel) che fa letteralmente impazzire tutti i dipendenti compresi i due amici di sempre di Tom, gli sfigati McKenzie (Geoffrey Arend) e Paul (Matthew Gray Gubler). Tom s’innamora da subito di Sole (qualcuno mi sa che traducendo il titolo, "500 Days Of Summer" non ha capito che Summer sta per il nome della ragazza tradotto in italiano nel becero nome Sole…) e l’occasione per rompere il ghiaccio capita in ascensore, mentre il ragazzo dalle sue cuffie ascolta la splendida "There Is a Light That Never Goes Out" dei The Smiths, la ragazza confessa di adorare quel gruppo. Da qui in poi scaturirà la conoscenza fra i 2 dal karaoke all’agognato primo bacio in ufficio fino alle visite all’Ikea e i pomeriggi passati sulla panchina a guardare grattacieli.

E infatti Tom è laureato in architettura e la sua ambizione sarebbe lavorare in quel campo e dunque cosa succede per assurdo? Che Sole lo molla, lui in preda all’angoscia e giorni da nullafacente inizia ad odiare il suo lavoro di venditore di ipocrisia, si dimette e inizia a fare colloqui a destra e a manca in vari uffici d’architettura della città. Nel frattempo Sole si sposa, i due si rincontrano l’ultima volta su una panchina, per l’ultimo chiarimento, prima che Tom all’ennesimo colloquio di lavoro incontra un’altra ragazza e il calendario del suo amore può ricominciare.

Marc Webb è regista di videoclip e pubblicità e questo si vede nell’uso di una regia e di un montaggio veloce, con splitscreen sulla vita dei due in classico stile video musicale. Tutto sommato la sua storiella biografica non attrae sembra banale contornata da luoghi comuni e poco sviluppo psicologico dei personaggi. Tom è una ragazzina che pena per amore, Sole un’istintiva bella e fatale, tutto un po’ troppo stereotipato invertendo i ruoli maschili e femminili.

Il pregio nella storia è quello di aver introdotto elementi tipici del contemporaneo come l’ikea o la nintendo wii connotandoli come elementi tipici dei nostri giorni e quello di aver creato una struttura corrispondente ai canoni del cinema post-moderno con una fabula e intreccio non coincidenti e scandendo i momenti della vita dei due ragazzi con una cartolina indicante il giorno di vita della coppia.

Altro punto a favore del film è la colonna sonora con artisti del calibro di The Smiths, The Temper Trap, Doves, Simon & Garfunkel, Wolfmother e i nuovi She & Him (gruppo dell’attrice protagonista Zooey Deschanel e M. Ward), questo fa alzare il voto che comunque nel complesso rimane mediocre. E la cosa più brutta è che non si può nemmeno dire che è un’occasione sprecata.

Voto 5,5

Info Film:

USA 2009 titolo originale: "(500) Days Of Summer" regia di Marc Webb con Zooey Deschanel, Joseph Gordon-Levitt, Clark Gregg durata: 90' Commedia