Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Diario di Game of Thrones - Prima Stagione

games of thrones locandina

1x10: “Fire And Blood”

Arrivato alla fine della prima stagione io sono in piedi sul divano, in estasi, ma con una mano sto prenotando il biglietto per l’Irlanda, dove in estate si svolgeranno le riprese della seconda stagione, e con l’altra sto comprando il secondo volume della saga scritta da George Martin.
Puntata spettacolare, e non poteva essere altrimenti trattandosi di un season finale e soprattutto dopo quello che abbiamo visto la scorsa settimana.
La notizia della morte di Ned Stark si diffonde veloce per i Sette Regni e la guerra è ormai cosa certa, tra il Lupo e il Leone sarà sangue, tanto sangue. Intanto alla Barriera Jon Snow decide di continuare a servire i Nightwatch e di non perseguire la vendetta per la morte de padre. La diaspora della famiglia Strak prosegue con Arya che camuffandosi da maschio viene salvata da un amico di Ned e portata al Nord, mentre sua sorella Sansa è costretta a vivere ad Approdo del Re, insieme a Joffrey.
Ma è Daenerys che si conquista l’ultima scena della prima stagione con un passaggio finalmente decisamente fantasy, che lancia grandi speranze per la prossima stagione!

Voto: 8

Voto stagione: 8

--------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

1x09: “Beilor”

Ed eccola, a cadenza settimanale ormai, la miglior puntata della stagione! C’è tutto: sangue, morte, tensione, guerre e tette, naturalmente. Da una parte e dall’altra del mare, a nord e a sud dei Sette Regni questo episodio trasuda grandezza. Identità svelate, prigionieri e traditori la fanno da padroni, quando manca solo un’ora alla fine di questa prima stagione.
Il vero protagonista di questa puntata è il nano Lannister, di cui ascoltiamo la triste storia del suo primo amore, della grettezza con cui viene trattato dal padre e dei suoi continui tentativi di compiacerlo. Prevedo un gran futuro per Tyrion.
Il climax del finale di puntata e lo sguardo al cielo di Arya Stark lasciano allo stesso tempo l’amaro in bocca, e l’acquolina per settimana prossima.
Arrivederci, risentirci e rileggerci tra sette giorni, cari lettori, e ricordate: l’inverno sta arrivando.

Voto: 8

--------------------------------------------------------------------------------------------------

 

1x08: “The Pointly End”

Dalle segrete di corte, rinchiuso al buio, risulta difficile per Ned Stark assistere a tutti i casini che coinvolgono la sua famiglia, oramai sul piede di guerra contro i Lannister, instauratisi sul Trono di Ferro. Da Grande Inverno Robb, il primogenito, raduna l’esercito e marcia contro le truppe al comando di Tywin Lannister, a cui si unisce anche Tyrion. Intanto a corte Cercei tesse la sua trama attorno al figlio, comandandolo come un burattino e prendendosela con le figlie Stark, Arya riesce a scappare mentre Sansa si piega al volere del Palazzo. Nel frattempo alla Barriera Jon assiste ai primi segnali dell’inverno in arrivo, con strane creature zombie.
Il pregio maggiore di questa serie, per chi come me è estraneo ai romanzi, è la continua e costante crescita della tensione, che coinvolge tutti i personaggi, al di qua come al di là del mare e gli improvvisi scoppi di violenza (impressionante il combattimento che coinvolge Kahl Drogo). E il fatto che questa puntata sia sceneggiata da George martin stesso è una garanzia sia di aderenza al romanzo, sia di estrema crudeltà nei confronti dei personaggi.
Questa volta ci siamo davvero, la guerra è alle porte e dal prossimo episodio ne vedremo anche più delle belle. Non è ufficiale, ma i segnali ci sono e sono sempre maggiori, quindi, cari lettori, ricordate che l’inverno sta arrivando.

Voto: 7,5

--------------------------------------------------------------------------------------------------

 

1x07: "You Win or You Die"

Ormai al gioco del trono tutte le carte sono sul tavolo e gli intrighi, le tattiche e i sotterfugi sono scoperti. O forse no.
Il Re muore in seguito ad una battuta di caccia finita male e il piccolo Joffrey si siede sul trono di spade, nonostante Ned Strark, tenti in ogni modo di lasciare il potere nelle mani di un legittimo erede. Alleanze credute giuste, ma rivelatesi alla fine sbagliate faranno precipitare la situazione.
Dall’altra parte del mare Khal Drogo, dopo un attentato sventato ai danni di Daenerys, si convince ad entrare in guerra.
Entra davvero nel vivo questa prima stagione, con solo tre episodi a disposizione. Da segnalare in questa puntata una scena lesbo di notevole durata, con sottofondo un gran bel monologo di Petyr Baelish, vero protagonista della puntata.
Prepariamoci ad un bel po’ di sangue, battaglie e tensione nelle prossime episodi ambientati nei Sette Regni.
E non dimenticate, cari lettori, che l’inverno sta arrivando.

Voto: 7,5

--------------------------------------------------------------------------------------------------

1x06: "A Golden Crown"

Tempo di processi nei Sette Regni. Il nano Tyrion Lannister deve difendersi dall’accusa di aver tentato di uccidere Bran e per non rischiare di cadere in una botola sul nulla, facendosi un volo di chissà quanti chilometri, se la gioca d’astuzia e fa combattere un uomo (nel senso d’altezza e corporatura normale) al posto suo.
Ned Strark tenta di contenere l’ira dei Lannister e del Re per quanto successo nella scorsa puntata, e al tempo stesso di proteggere la sua famiglia, spedendo le figlie a casa a Grande Inverno. E scopre forse che il principe non è figlio del Re…
Ma la parte più interessante dell’episodio è quella che riguarda i fratelli Targaryen, con Daenerys adorata dai Dothraki e suo fratello Viserys che paga in maniera inaspettata (almeno per me che non ho letto i romanzi) l’arroganza nel confronti del suo popolo “adottivo”.

Puntata interlocutoria dopo l’apice raggiunto la scorsa settimana, ma che contribuisce a quell’accumulo di tensione e violenza che si percepisce nel Sette Regni da quando è cominciata la serie.
Nella speranza di tornare a visitare presto quel capolavoro di scenografia che è la Barriera (la cui crudeltà manca non poco) ricordatevi, cari fedeli lettori, che l’Inverno sta arrivando.

Voto: 7

--------------------------------------------------------------------------------------------------

 

1x05: "The Wolf and the Lion"

Puntatissima! Finalmente dopo cinque settimane Game of Thrones decolla e ci regala tutto quello che appartiene, o dovrebbe appartenere secondo me, ad una saga fantasy degna di questo nome: intrighi, scazzi, sesso, mondi e scenari incredibili e sangue, parecchi sangue, molto sangue. Andiamo con ordine. L’episodio si svolge quasi tutto ad Approdo del Re, dove l’indagine di Ned Stark attorno alla morte del precedente Primo Cavaliere lo porta a scoprire figli illegittimi del Re, misteri e sospetti verso i Lannister e soprattutto ad un feroce litigio col sovrano. Ma proprio quando il lord di Grande Inverno sta per abbandonare la corte Jamie Lannister lo blocca e lo attacca. La tensione tra Stark e Lannister (il lupo e il leone del titolo) arriva all’apice anche perché la moglie di Ned ha rapito il nano Tyrion e lo ha portato alla corte della sorella Lysa, pazza vedova di Jon Arryn.
Insomma grappoli di tensione e fiumi di sangue sparsi per gli oltre 50 minuti di puntata, la migliore finora, che innalzano il livello della serie e accrescono l’attesa lunga una settimana.
Ricordate, fedeli lettori, che nonostante non venga mai detto durante questo episodio, l’inverno sta arrivando!

Voto: 8

--------------------------------------------------------------------------------------------------

 

1x04: "Cripples, Bastards, and Broken Things"

Ero stato avvertito. Me l’avevano detto che a star dietro a tutti i personaggi presenti nelle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco si rischiava il mal di testa, ed infatti alla quarta puntata continuano ad comparire persone che lo capisci subito che non sono di passaggio. Come Sam, il ciccione (com’è che tutti i ciccioni fantasy si chiamano Sam??) che arriva alla Barriera e viene protetto da Jon Snow. Intanto alla corte del Re, sempre più ubriaco e scopaiolo, Ned Stark se la deve vedere con i misteri attorno alla morte del suo predecessore Jon Arryn, che potrebbero implicare un figlio illegittimo del Re.

Donne con le palle, e ragazzine senza. Che Catelyn Stark fosse una figa nel senso “badass” del termine lo si era capito quando se andava in giro per i Sette Regni per i fatti suoi, ma diciamo che la performance nell’ultima scena della puntata è da “tutti in piedi sul divano”. Che Daenerys Targaryen fosse una figa nel senso “gnocca” del termine lo si era capito durante le sue performance sessuali con Kahl Drogo, ma che fosse anche “badass” lo scopriamo oggi. Che, invece, Sansa Stark fosse una fifona lo si poteva imputare alla sua giovane età, ma per Dio che cresca in fretta perché così è insopportabile.

Ancora una volta Game of Thrones mette un sacco di carne al fuoco e ne risolve poco più di zero, ma va bene così.

E poi, fedeli lettori, ricordate che l’inverno sta arrivando!!

Voto: 7

--------------------------------------------------------------------------------------------------


1x03 "Lord Snow"

Puntata interlocutoria questa. Lord Stark arriva a corte e si scontra con la politica del re e dei suoi consiglieri più incentrata allo svago e alla dissolutezza. Daenerys Targaryen inizia a prenderci gusto ad essere la regina dei dothraki. Intanto alla Barriera il figliastro di Ned, Jon Snow, comprende che l’aura di forza e onore che quel luogo ha non è poi così meritata.

Puntata necessaria per allargare il respiro della storia, per introdurre nuovi personaggi e per delineare maggiormente quelli che già conosciamo. Inutile ribadire la magnificenza della “confezione” di Game of Thrones, con scenografie e costumi d’eccellenza perfino superiore ad un prodotto cinematografico. I momenti di stanca, passaggi più lenti e introspettivi ci sono sempre e in una serie così ancora di più, ma l’eco di voci e battaglie che Ned Stark percepisce alla fine della puntata suona come un presagio funesto per il prosieguo della serie. E non dimentichiamoci che, come spesso ricordano i protagonisti, Winter is coming…

Voto: 6,5

--------------------------------------------------------------------------------------------------

 

1x02: "The Kingsroad"

Le strade dei protagonisti riuniti a Grande Inverno si dividono. Lord Stark (Sean Bean) segue il Re verso la capitale nel ruolo di Primo Cavaliere, mentre il figliastro Jon parte per la Barriera insieme a Taylor Lassister, il fratello nano della regina.

Intanto il piccolo Bran lotta contro la morte nel letto accudito dalla madre. Il fantasy è genere lento, d’atmosfera, di grandi e articolate scenografie e non a caso sulla carta le storie di genere occupa sempre grandi spazi e le saghe sono raccontate in grandi tomi. Cronache del ghiaccio e del fuoco non fa eccezione e di conseguenza neanche questa serie che da lì prende ispirazione. Quello che più mi affascina di Game of Thrones sono proprio le ambientazioni, costruite e rappresentate con una cura maniacale dei particolari. E ancora una volta la visione, seppur da lontano della Barriera lascia a bocca aperta.

Capita poco in questo episodio se non una crescita della tensione tra gli Stark e i Lannister, che presto conoscerà un’altra impennata visto ciò che succede nell’ultima scena di questo episodio.

Voto: 7.5

--------------------------------------------------------------------------------------------------


1x01: "Winter is coming"

Premessa doverosa: non ho letto neanche una pagina delle Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R.R.Martin, da cui questa serie è tratta. Non troverete qui quindi nessun riferimento ai romanzi, alla bontà o meno della trasposizione, né tantomeno un elenco delle differenze tra pagine e schermo, come spesso accade in questi casi.

Detto questo veniamo al primo episodio di quella che da mesi è la serie più attesa dell’anno. Winter is coming è il monito che viene ripetuto più volte durante l’episodio che, nonostante la durata (poco più di 60 minuti), basta a malapena per presentare i numerosi personaggi. Tutto ruota attorno al Trono di Spade (Iron Thrones in originale) simbolo del potere nei Sette Regni, conteso tra famiglie e casate diverse. C’è la casata Stark di Grande Inverno, del Nord, con a capo Eddard che viene incaricato dal Re Baratheon di seguirlo ad Approdo del Re per diventare Primo Cavaliere inseguito alla misteriosa morte del predecessore.

C’è la casata Lannister cui appartiene la regina incestuosa, che trama alle spalle del Re. Ci sono i Targaryen, i fratelli Daenerys e Viserys, discendenti del Re destituito e intenzionati a riprendersi il Trono.

Ma questi sono solo alcuni dei personaggi che popolano questo mondo fantastico e che con poche efficaci scene viene rappresentato con una cura dei particolari incredibile, non che siano dubbi quando si tratta di produzione di questo genere. D’impatto visivo straordinario Game of Thrones segue la tradizione delle ambientazioni fantasy, con luoghi lontani e molto diversi tra loro, sia dal punto di vista scenografico che fotografico. E così i boschi nevosi del nord dove domina il bianco sono l’opposto delle assolate rive del mare, dove i colori pastello colpiscono abbagliando. Spettacolare la visione della Barriera, l’enorme muro che divide i Sette Regni dalle terre selvagge.

Insomma, gran bel primo episodio, che lascia quel gusto di andare avanti, con l’attesa di azione, inganni e sangue che ci si aspetta da storie come queste.

Voto:7

Info Serie

Ideatore: David Benioff, D.B. Weiss Stati Uniti d'America 2010 fantastico, avventura, guerra Stagioni: 1 Episodi: 10 Durata: 60 min