Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Schegge di Paura (G. Hoblit)

schegge di pauraTribunali, avvocati senza scrupoli e inquisiti dal volto duplice. Non stiamo parlando di fatti di stretta quotidianità ma di un film attualissimo: Schegge di paura. La pellicola di Gregory Hoblit va considerata come uno di quei pilastri cinematografici che aiutano a comprendere ciò che accade nelle aule dei tribunali. Un thriller giudiziario ben dosato che sa unire diverse spinte narrative fino a fonderle tutte in una claustrofobica e ambivalente perfezione.

Martin Vail (Richard Gere) è un avvocato che difende un ragazzo (il 26enne Edward Norton) accusato di un efferato omicidio. Poche possibilità di assoluzione e pena capitale all'orizzonte. Tra un'arringa, una perizia e le losche trame che ruotano attorno al processo c'è tutto quello che c'è da sapere riguardo quel punto interrogativo che intercorre tra accusa e giudizio.

Richard Gere, generalmente capace di regalare solo sorrisetti idioti ed espressioni apatiche, riesce a proporre al pubblico una grande prova cinematografica, impersonando il prototipo perfetto dell'avvocato che vede il proprio ruolo come figura capace di piegare la realtà. Martin Vail riesce attraverso le udienze e i colloqui con il proprio assistito, con un giornalista, col suo staff e coi procuratori (tra i quali una stupenda e magnetica Laura Linney) a offrire una serie di perle che aiutano a capire profilo e animo di ogni avvocato del diavolo. Un mestiere fatto di prospettive mutevoli, di colpevolezze sempre presunte, di un mestiere che mira a dimostrare ciò che la realtà sembra negare.

Tutto qui? No di certo.

Grazie a un incredibile, ambivalente, polisensoriale Edward Norton questa prospettiva si ribalda. Il personaggio dell'indagato Aaron distrugge quello che l'avvocato rappresenta e ciò che l'avvocato tenta di proporre all'opinione pubblica e agli spettatori. Martin Vail cerca di dimostrare attraverso il proprio ruolo la sua essenza di plasmatore di realtà. Aaron invece si impossessa con una violenza inaudita della figura dell'avvocato e la plasma, la modella, la porta dietro le sbarre e la fagocita per un finale entusiasmante che consacra Schegge di paura come un thriller di primissima serie.

Un conflitto tra verità, giustizia e lato oscuro che lascerà vittime sia dietro lo schermo ma sopratutto sul versante dell'attonito e colpevole pubblico.

Voto: 8

Guarda il trailer

Info Film:

 

regia di Gregory Hoblit USA 1996 Con Richard Gere, Laura Linney, Edward Norton, Alfre Woodard, Frances McDormand Titolo originale Primal Fear durata 129 min Thriller