Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Paz! (R. De Maria)

  • Scritto da Orasputin

paz locandina

paz locandina
Dalle opere di Andrea Pazienza, uno dei film rappresentativi dell’universitarismo penisolano, quello degli appartamenti coi piatti incrostati, le canne a prima mattina e la mobilitazione sinistroide, ovvero quando il libretto è solo il passaporto per accedere all’esperienza di vita più bella della tua vita.


Il Dams è occupato, gli studenti ci credono ancora. Scuola superiore, alla preside le viene trucidato il cane, Colas e Zanardi sono preoccupati. Appartamento universitario, Enrico è all’esame di semiotica: “il segno si decifra, l’apparenza no!” Appartamento universitario, Pentothal sogna una città diversa, ma le riunioni di partito aumentano. Mensa centrale, la fila è lunga, Gino Nardella scalda le tonsille. La prof si vendica, Zanardi smarrisce diario. A tutti andrebbe bene l’emblematica massima “non studio non lavoro non guardo la tv, non vado al cinema non faccio sport”.

La regia paranoica e spezzettata riflette stati d’animo differenti: Fiabeschi ha già rimosso “Apocalypse Now” ed è in cerca di una canna, è uno che sopravviverebbe anche nel deserto, Pentothal (più sotto che mai) è tormentato da due strani individui che gli spuntano dall’armadio. Indimenticabili sono il giro in macchina a ritmo di Skiantos e l’interrogazione di semiotica, le urla da tenore della preside, il risucchio del brodo con rutto, l’inculata di Colas al migliore della classe con riscatto ed il triplo salto mortale in macchina sulle colline bolognesi. Molto nutrito il cast: Claudio Santamaria, Flavio Pistilli, Max Mazzotta, Vittoria Puccini, Matteo Taranto, Rosalinda Celentano. Notevoli gli special guests: Freak Antoni è il bidello della scuola (tra i primi a conoscere Andrea Pazienza al Dams), Frankie Hi Nrg oscura presenza siciliana, Giovanni Lindo Ferretti bizzarro masticatore di mele, Ricky Memphis tamarro studente di filosofia fuori sede, Giorgio Tirabassi barbone punkabbestia dalle terre di giù.

Colonna sonora da brividi ed alcune interpretazioni (Mazzotta è un grande, Pistilli bocciato) collocano “Paz!” tra i migliori film italiani in tema di disagio giovanile dal retrogusto universitario assieme a “Tutti giù per Terra” e “La Guerra degli Antò”. I novanta minuti che qualsiasi iscritto ad una facoltà umanistica dovrebbe conoscere praticamente a memoria.

Voto: 7

IMMAGINE
Info Film:

Italia 2002 regia di Renato De Maria con Claudio Santamaria, Max Mazzotta, Flavio Pistilli, Fabrizia Sacchi durata: 95 min Commedia