Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Lars e una Ragazza tutta sua (C. Gillespie)

  • Scritto da Orasputin

lars e una ragazza tutta sua locandina

lars e una ragazza tutta sua locandina
Immaginatevi un vostro consolidato vicino, essere solitario e asociale, le cui ansie si manifestano nei (mancati) contatti con il prossimo.


Il classico sfigato dal cuore d’oro insomma, colui che frequenta la parrocchia e che in tutto e per tutto te lo aspetteresti, fuorchè invaghito di una donna. Da un giorno all’altro eccotelo che bussa alla tua porta, e in confidenza ti sussurra: “Ho una relazione(…) con una ragazza (…) conosciuta in chat!” Immaginatevi un po’ il vostro stupore a notizia fresca, “l’ultimo nerd a piede libero ce l’ha fatta” pensereste fra voi. Alla vista della ragazza però, curiosità e indiscrezione vengono letteralmente sobbalzate da un rigetto, un sentimento di irrefrenabile sconcerto. Si perchè la ragazza di Lars possiede tutti i numeri di una bella gnocca ma non non lo è, dato che si tratta di una bambola gonfiabile, silicone su misura di quante se ne trovano a bizzeffe su internet.

Roba da mani nei capelli, “questo ha veramente toccato il fondo“, vi verrebbe da pensare. Una trovata originalissima, perchè all’incredulità di una comunità sbalordita- prima il fratello imbambolato, poi la dottoressa comprensiva, infine i colleghi di lavoro esterefatti- si sostituirà il lento assecondamento della comunità stessa, che si ritaglierà un ruolo da protagonista assoluto nel “fantastico mondo” di Lars, non più etichettato come pazzo scellerato, ma visto come una persona tardivamente capita. Ragazzo dal cuore d’oro allergico alle più innoque strette di mano che troverà nella marziana “donna” (di cui è pazzamente innamorato) costante rifugio ed intimità nel confidarsi. Nella relazione con Bianca ( missionaria brasiliana ) Lars darà sfogo all’imaginazione da trentenne frustato che è in sè , tessendo una trama che assumerà di volta in volta gli impensabili tratti di un’autentica storia d’amore. Inviterà a cena la sua amata, le comprerà abiti casual, le farà esercitare volontariato (”perchè Bianca ama i bambini“), attraverseranno momenti difficili, non mancheranno le liti infuocate, arriverà persino a ricoverarla in ospedale…fino all’inammissibile sopresa finale. Il tutto nella più laboriosa complicità di una società accondiscente, partecipe della crescita del suo bambino, consapevole di quanta tenerezza “l’orsacchiotto” Lars ci metta nel rapportarsi alla sua Bianca.

A mio parere, il primo stadio amoroso di un timidone disadattato che non avendo altra scelta, stimolato dalle suggestioni via web (dove non vigono barriere), è costretto all’ultima spiaggia: l’acquisto di una bambola gonfiabile, a dimostrazione di quanto essa non sia esclusivamente oggetto di appagamento sessuale ma altresì partner onesta per gente in cerca d’affetto. Dipende sempre dai gusti poi . Sorreto da un cast lodevole (Ryan Gosling promosso a pieni voti, Emily Mortimer già ammirata in “Matchpoint“, Patricia Clarkson delicata come non mai), Lars E Una Ragazza Tutta Sua si candida per un posto in platea nell’universo della commedia indipendente americana. Molto Sundance Festival per intenderci, frutto di quelle ambientazioni autunnali e sbadigliose di stampo malinconico recentemente ammirate in pellicole quali “Lonesome Jim” e “The Station Agent“. Un “Se mi lasci ti cancello” castrato della sua componente immaginaria. Da vedere.

Voto Orasputin: 7

Info Film:

titolo originale: “Lars and the real Girl” USA 2007 regia di Craig Gillespie con Ryan Gosling, Patricia Clarkson, Emily Mortimer Commedia