Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Adventureland (G. Mottola)

  • Scritto da Diego

adventureland locandina

adventureland locandina
James Brennan (Jesse Eisenberg) si è appena diplomato al College di Oberlin e sogna di andare alla Columbia University di New York per studiare giornalismo. Un sogno costoso che i genitori non possono soddisfare, ma l’estate è il periodo migliore per trovare un lavoro in grado di dargli la disponibilità economica minima.

Il suo amico d’infanzia Frigo (Matt Bush) gli trova un posto all’ Adventureland, un parco giochi di Pittsburgh guidato da un’ eccentrica coppia disponibile ad assumere come staff gli adolescenti della zona. E’ l’estate del 1987 e James non sa che ad Adventureland passerà i giorni più belli della sua vita. Greg Mottola, dopo il successo di “Superbad”, ritorna nel 2009 con questa commedia che può considerarsi tra le più belle degli ultimi dieci anni. Il regista è riuscito a unire l’aspetto autobiografico del film con una chiara dichiarazione d’amore alla commedia americana per ragazzi degli anni ’80. Mottola riesce a ricreare palcoscenici e personaggi che citano indimenticabili film del passato, cogliendo le atmosfere sospese di capolavori che vanno da “Stand By Me” a “I Goonies”.

Frigo, con la sua cintura alla testa, è un forte richiamo tra Ralph Macchio di “Karate Kid” e la spudoratezza di un Corey Feldman ai tempi di “Lost Boys”. Altri, come Lisa P. (Margarita Levieva) e Bobby (Martin Starr) ed alcuni sketch comici sono invece citazioni agli indimenticabili film di John Hughes, e sbucano dai cassetti della memoria i memorabili “The Breakfast Club” e “Sixteen Candles”. Jesse Eisenberg è completo nella sua parte, ormai ci ha fatto il callo a recitare il timido ragazzo sulla soglia del nerd (“Zombieland”, e fra non molto lo vedremo nei panni del creatore di Facebook in “The Social Network”, ultima fatica di David Fincher). Protagonista con Eisenberg è Kristen Stewart, nella parte di Emily. Scordatevi la ragazzina rincoglionita e fastidiosa di “Twilight”. Senza lentine a contatto e senza capelli tinti la Stewart sa essere terribilmente affascinante con i suoi occhi chiari e lo sguardo da bambola addormentata mette seriamente in difficoltà non solo il protagonista. I personaggi del film si dividono tra adulti, solitamente padri e madri incapaci di comprendere figli, pesantemente “vecchi”,e ragazzi.

All’interno di questa netta divisione c’è Mike, un meccanico e tecnico dell’ ”Adventureland”. Mike, interpretato da Ryan Reynolds, è fonte d’attrazione per i ragazzi che lavorano al parco. Si dice avesse suonato con Lou Reed e che un giorno diventerà famoso con la sua band. Reynolds, grazie alla sua bellezza e carisma, calza perfettamente nel personaggio, che appare semplice ma piena di sfaccettature caratteriali. La fotografia che sposta i colori sugli scuri e sul verde è la parte più riuscita del film e dà uno stupendo tocco di malinconia, così come la colonna musicale che rispecchia egregiamente il periodo storico senza cadere nella macchietta. In conclusione, una commedia che funziona benissimo, con le uniche pecche di essere un film che non vuole far ridere, quindi scoprendosi una delusione per chi si aspettava un altro “Superbad” e di durare un po’ poco, lasciando un senso di vuoto narrativo nella parte centrale del film.

Voto 8,5

Info Film:

USA 2009 regia di Greg Mottola con Jesse Eisenberg, Kristen Stewart, Martin Starr, Bill Hader, Kristen Wiig Durata: 107 min Commedia