Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Il Favoloso Mondo di Amélie (J. P. Jeunet)

  • Scritto da Michele Ciliberti

il favoloso mondo di amelie locandinaAmélie è l’eroina della nostra generazione. Non guida regni come l’egizia Hatshepsut, non usa spada e ascia come Giovanna d’Arco e non fa rivoluzioni con in mano il microscopio come Marie Curie. Amélie ogni giorno dispensa sogni, costruisce speranze e regala premesse per la felicità del prossimo. Amélie ama, sogna, sorride e guarda con sguardo assorto la bellezza del mondo.

Amélie è la ragazza che ogni uomo vorrebbe accanto, l’amica dolce con la quale ogni persona vorrebbe confidarsi, la vicina sexy che offre fellatio e in più ti prepara pure la torta di mele. Amélie permette a nani da giardino di girare il mondo, addomestica burberi dittatori da bottega e spalanca le percezioni di un pittore di cristallo. Amélie cammina con passo felpato e sguardo assorto, pensa a quante persone stanno facendo l’amore in quel momento e piange con la forza struggente di una bambina di tre anni. Amélie ti mette di buon umore, ti fa apprezzare quello che hai in tasca, anche se di poco valore, e ti fa amare con tutto il cuore la poesia, perché la sua vita è pura e semplice poesia.

Ne “Il favoloso mondo di Amélie” aleggia una forza rivoluzionaria, un moto che sconquassa lo stato delle cose semplicemente apprezzandone il lato nascosto e sottovalutato. Un mondo che solo Jeunet sa creare, ed è proprio in quel mondo vorresti teletrasportarti, per vivere di piccole e dirompenti gioie. Uno spettacolo delizioso, costruito attraverso la cura minuziosa di ogni personaggio, l’incastro armonioso di vicende normalissime e semplici storie di vita. Amélie però non è una figura mitologia, s’incazza anche lei, mette il muso, fa errori. Ma la sua caratura morale fa sì che anche gli errori influenzino in modo costruttivo il suo destino (o qualunque nome ad esso si voglia dare), aiutando a considerare la vita per quel che è, nel bene e nel male. “Il favoloso mondo di Amélie” altro non è che una fiaba, una sequela di semplici (ma mai banali) considerazioni su come ci si dovrebbe essere approcciare alla vita e agli altri.

Questo film parla di cose delle quali si ha sempre consapevolezza ma di cui spesso non si presta abbastanza attenzione e importanza. Proprio per questo Amélie può considerarsi una specie di totem cinematografico della felicità, e proprio per questo è impossibile scordare con facilità questa ragazza dalllo sguardo magnetico e questo film dalla ipnotica genuinità.

Voto: 8

Info Film:

Titolo originale: Le Fabuleux destin d'Amélie Poulain Francia 2001 con Audrey Tautou, Mathieu Kassovitz, Dominique Pinon, Rufus, Jamel Debbouze Durata: 120 min Commedia