Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Fa' la cosa giusta, recensione

fa' la cosa giusta locandinaAprite le porte, Spike Lee vi accompagna nel ghetto americano.

Quota di partecipazione:

- 120 minuti

Tappe:

- Un bar di italiani dove si concentrano attriti ideologici tra il concetto di “casa individuale”, “storia personale” e "logorante volontà";

- Angoli delle strade dove si narra e sberleffa l’indolenza e la banalità delle parole;

- Flusso di strada dove si miscela allegria acquosa, gesti ripetuti, magnificenza della semplicità;

- Marciapiedi dove pulsa amore, vecchiaia, differenze ideologiche, gap sociale, rispetto socialmente necessario e furiosa rabbia mescolata a naturalissima frustrazione.

Guida:

- Spike lee. Regista e attore. Uomo che immortala istanti qualunque nei quali percepire umanità, e nel mentre ragazzo che porta pizze e che diventa la frattura tra consuetudine e rabbia, vuotezza di responsabilità e peso del ruolo, routine e distruzione;

- Il regista americano segue casuale traiettorie tracciate ma sbiadite e frontiere quasi svuotate di necessità; tutto per mostrare quanto placidità equivale a rancore, apparente noncuranza si riconduce a differenze incolmabili, che covano scintille storicamente cicliche e cariche di disperazione.

Partecipanti:

- Neri e bianchi, gialli e marroni, nostalgici e disincanti, furiosi e pressappochisti. Tutti nevrotici nell’appigliarsi a radici, convinzioni, storie sempre uguali, incapaci di emanciparsi dalla concezione di differenza come attenuante della propria miseria e della propria pigrizia mentale.

Da vedere:

- Angolature di Stati Uniti. Tessuti lacerati nel confronto, ineguali nel concepirsi, uniti nella disillusione, gioiosi in frammenti di senso, violenti per gioco, gonfi d'amore all'occorrenza, furibondi nel confrontarsi con le proprie pulsioni bidirezionali.

Da portare con sé:

- Sguardo indagatore, neutrale, fermo nel rimanere equilibrato nel giudizio, così da perdersi completamente nell’osservazione.

Non incluso nel prezzo:

- Senso di sconfitta nell’affrontare la follia dell’amalgama umana.

Compreso nel pacchetto:

- Estrema lucidità nel riscontrare quanta potenza vitale può annidarsi nei singoli elementi e nella bellezza (comunque vada) del tutto.

Si consiglia di prenotare, un viaggio da non perdere.

Voto: 8

Guarda il trailer

Guarda la scena cult "vaffanculo"

Info film:

regia di Spike Lee, USA 1989

Con Danny Aiello, Ruby Dee, Ossie Davis, Spike Lee

Titolo originale Do the Right Thing.

durata 120' min, Drammatico