Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

I migliori film distopici

dark city locandina

Una distopia è una società evolutasi a livello politico, economico e sociale secondo caratteristiche che la definiscono come utopia negativa, ambiente nel quale si realizzano elementi non augurabili e auspicabili.

Gli elementi che contraddistinguono una società di questo genere sono metropoli fumose e in decadimento, società gerarchiche e oppressive, elite onnipresenti e dittatoriali, persone deumanizzate e psicologicamente deboli, alterazioni permanenti del sistema ambientale (elemento della scia post-apocalittica), polarizzazione degli stili di vita e isolamento dei ribelli (filone oppressivo), eventuale presenza di entità superiori aliene come deus ex machina, tecnologia che meccanicizza rapporti e legami umani (deriva cyberpunk).

La filmografia riferita a questo concetto conta centinaia di nomi, più o meno riusciti, tutti riconducibili alle tematiche già citate o varie diramazioni che ad esse si riconducono.

A voi una selezione dei migliori film distopici, per fare un tuffo in film di genere fantascientifico oramai nel tempo non troppo lontani.

Buona lettura e buona visione!

1. “Blade Runner” di Ridley Scott (1982)

2. “Matrix” (The Matrix) di Andy e Larry Wachowski (1999)

3. “Metropolis” di Fritz Lang (1927)

4. “Arancia meccanica” (A Clockwork Orange) di Stanley Kubrick (1971)

5. “Brazil” di Terry Gilliam (1985)

6. “Dark City” di Alex Proyas (1998)

7. “A.I. - Intelligenza Artificiale” (Artificial Intelligence: AI) di Steven Spielberg (2001)

8. “Terminator” (saga) - (1984, 1991, 2003, 2009)

9. “2022: I Sopravvissuti” (Soylent Green) di Richard Fleischer (1973)

10. “Il pianeta delle scimmie” (Planet of the Apes) di Franklin J. Schaffner (1968)

 

11. “Akira” di Katsuhiro Ōtomo (1988)

12. “Atto di forza” (Total Recall) di Paul Verhoeven (1990)

13. “V per Vendetta” (V for Vendetta) di James McTeigue (2005)

14. “L'esercito delle 12 scimmie” (Twelve Monkeys) di Terry Gilliam (1995)

15. “Delicatessen” di Marc Caro e Jean-Pierre Jeunet (1991)

16. “Il dormiglione” (Sleeper) di Woody Allen (1973)

17. “Io, Robot” (I, Robot) di Alex Proyas (2004)

18. “Orwell 1984” (Nineteen Eighty-Four) di Michael Radford (1984)

19. "eXistenZ" di David Cronenberg (1999)

20. “A Scanner Darkly - Un oscuro scrutare" (A Scanner Darkly) di Richard Linklater (2006)

 

21. “Essi vivono” (They Live) di John Carpenter (1988)

22. “RoboCop” di Paul Verhoeven (1987)

23. “La città perduta” (La cité des enfants perdus) di Marc Caro e Jean-Pierre Jeunet (1995)

24. “Battle Royale” di Kinji Fukasaku (2000)

25. “Gattaca - La porta dell'universo” (Gattaca) di Andrew Niccol (1997)

26. “1997: fuga da New York” (Escape from New York) di John Carpenter (1981)

27. “I figli degli uomini” (Children of Men) di Alfonso Cuarón (2006)

28. "Nirvana" di Gabriele Salvatores (1999)

29. “Ghost in the Shell” di Mamoru Oshii (1995)

30. “Fahrenheit 451” di Francois Truffaut (1966)

 

31. “Interceptor/Mad Max” (saga) - (1979, 1981, 1985)

32. “Minority Report” di Steven Spielberg (2002)

33. “La guerra dei mondi” (War Of the Worlds) di Byron Haskin (1953)

34. “Il processo” (Le procès) di Orson Welles (1962)

35. “Metropolis” di Rintarō (2001)

36. “La fuga di Logan” (Logan’s Run) di Michael Anderson (1976)

37. “Starship Troopers - Fanteria dello spazio” (Starship Troopers) di Paul Verhoeven (1997)

38. “Strange Days” di Kathryn Bigelow (1995)

39. “Ultima spiaggia” (On The Beach) di Stanley Kramer (1959)

40. “L'uomo che fuggì dal futuro” (THX 1138) di George Lucas (1971)

 

41. “Dredd - La legge sono io” (Judge Dredd) di Danny Cannon (1995)

42. “2002: la seconda odissea” (Silent Running) di Douglas Trumbull (1972)

43. “Gamer” di Mark Neveldine e Brian Taylor (2009)

44. “Banlieue 13” (District B13) di Pierre Morel (2004)

45. “A Boy and His Dog” di L.Q. Jones (1975)

46. “Serenity” di Joss Whedon (2005)

47. “Pleasantville” di Gary Ross (1998)

48. “Idiocracy” di Mike Judge (2006)

49. “Rollerball” di Norman Jewison (1975)

50. “Equilibrium” di Kurt Wimmer (2002)

Un ringraziamento particolare a tutti i dispotici utenti del nostro canale facebook che hanno collaborato a stilare questa classifica: Orma Danubio Blu, Jacopo Tarantini, Andrea Patrucco, Giacomo Mogini, Michele Giacci, Stefania Romeo, Peppe Tōru Watanabe, Chiara Garito, Peppe Tōru Watanabe e Ilario Falcone.