Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Tre Cavalli (E. De Luca)

tre cavalli de luca Sarà la primavera, saranno le giornate di sole, sarà la voglia di rotolare giù per un campo in fiore o saranno semplicemente gli ormoni in subbuglio, sta di fatto che mi sono completamente innamorata (anche) di questo libro. Perché questo non è solo un libro, ma pura poesia. E Erri de Luca non è solo uno scrittore, ma un cantastorie che vien dalla montagna con un mazzolin di fiori che racconta sublimemente la favola di un amore alla rovescia.

La storia di una passione che si tocca con le mani, si annusa con il naso, si vede con gli occhi, si assaggia con la lingua e si sente con le orecchie. Il per sempre di due sposi che svanisce sottoterra e il carpe diem di due improbabili amanti che vive all’aria aperta. La vita di un giardiniere e quella di una puttana che si incontrano, si sfiorano e si rincorrono fino a strofinarsi la buonanotte con i piedi. Un libro che procede per immagini. Una carrellata di pensieri, ciascuno associato ad una visione ben precisa. Reale e tangibile. E per questo, facilmente riconoscibile. Il modo migliore per descrivere un sentimento così variopinto e complesso come l’amore è una tecnica stilistica azzeccattissima per rendere perfettamente l’idea di una parola, amare, così impropriamente abusata.

C’è chi ha criticato questo modo di scrivere, c’è chi ne ha apprezzato l’originalità. Io, l’ho semplicemente amato. Ho amato quella maniera così ingenua e per questo così genuina di raccontare una storia d’amore al confine con una guerra. Quella argentina. Il desiderio di un uomo di dimenticare le bombe e di rifarsi una vita. Da capo. Inseguendo ciò che di positivo incontra lungo il suo percorso. Vivendo a pieno quell’unica vita che gli è concessa. Essere come quei libri dalle costole allentate e le pagine molto sfogliate che appartengono a molte esistenze. Perché i libri, come gli uomini, dovrebbero spostarsi insieme ai passanti e morire come loro consumati da malanni invece che essere condannati ad una vita da scaffale. O da semplice spettatore.

Un libro romantico da regalare a qualcuno che si ama. Un pensiero dolce rivolto a chi ancora apprezza le piccole cose. Un buon bicchiere di vino. Una minestra calda. La mollica morbida del pane. La storia di un amore alla rovescia.

“I nostri piedi scalzi si sfregano sotto il tavolo. Siamo amanti che si tengono per i piedi anziché per mano”

Voto: 8

Info Libro:

 

Scritto da Erri de Luca Edito da Feltrinelli_I narratori 109 pagine