Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Factotum (C. Bukowski)

  • Scritto da Giuseppe Marino

factotum libroFactotum è un insieme di racconti, eventi, fatti e vicissitudini di un periodo della vita dell’autore. Bukowski racconta e si racconta, spesso con cinica ironia, descrivendo le sue peripezie, il suo passare da un lavoro all’altro (da ciò il titolo), cercando di lavorare il meno possibile, attraversando l’America, vivendo di espedienti, alla giornata. Giornate caratterizzate da fiumi di alcool, sesso intenso e scommesse alle corse dei cavalli.

Parla con ironia, ma acutezza nello stesso tempo, dei suoi sempre diversi colleghi, cosa ne pensa, come viene visto da loro. Avendo un atteggiamento nei loro confronti, a volte di disprezzo, a volte di forzata comprensione, sorridendo all’ignoranza e alla stupidità umana. Possiamo definire Factotum un romanzo avventuroso, divertente e disperato; a tratti poetico a tratti osceno e sboccato ma pur sempre lirico, con uno stile unico. Vi sono scene al limite tra il grottesco e il tragico ma che descritte da lui risultano uniche. Nel romanzo vi sono frasi, riflessioni e punti di vista originali e geniali che solo un uomo con un’affinata capacità d’osservazione può cogliere. Bukowski riesce a mostrarci le varie sfaccettature dell’animo umano, anche e soprattutto le più infime e basse, e quelle nobili come l’amore dove ha una visione sua, cinica ma che racchiude qualcosa di vero.

Il libro è stato trasposto anche sulla pellicola con un bravo Matt Dillon nei panni di Henry Chinaski (alter ego di Bukowski), ma leggerlo, come sempre, è decisamente tutt’altra cosa.

Voto: 8

Info Libro:

 

Autore: Bukowski Charles 2006, 156 p. Guanda